Verifica delle conoscenze


Possono essere ammessi al Corso di Laurea Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria(CLMOPD) candidati che siano in possesso di Diploma di Scuola media secondaria superiore di durata quinquennale o di altro titolo conseguito all'estero, riconosciuto idoneo in base alla normativa vigente.
Il corso di laurea magistrale a ciclo unico in odontoiatria e protesi dentaria è a numero programmato in base all'art. 1 della L. 264/99.
L'organizzazione didattica del CLMOPD prevede che gli Studenti ammessi al 1° anno di corso possiedano un'adeguata conoscenza della lingua italiana ed una preparazione iniziale, conseguita negli studi precedentemente svolti, che verta su conoscenze nei campi della logica, della cultura generale, della biologia, della chimica, della matematica e della fisica.
La verifica delle conoscenze iniziali dello studente si intende effettuata con il superamento del test di ammissione.
Agli studenti ammessi al corso che evidenzino lacune iniziali, verrà assegnato un obbligo formativo aggiuntivo (OFA) che deve essere assolto durante il primo anno di corso sulla base di criteri definiti nel Regolamento Didattico del Corso di Studio.

Per l’ammissione al CLMOPD, gli aspiranti devono classificarsi in posizione utile nella graduatoria di merito ottenuta sulla base di un concorso d’ammissione bandito secondo i criteri stabiliti dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dall’Università di Bari. L'organizzazione didattica del CLMOPD prevede che gli studenti ammessi al 1° anno di corso possiedano una adeguata conoscenza della lingua italiana e una preparazione iniziale, conseguita negli studi precedentemente svolti, per quanto riguarda la logica e la cultura generale, la biologia, la chimica, la fisica, la matematica.

Eventuali debiti formativi evidenziati dai risultati del concorso d’ammissione al CLMOPD saranno assegnati alo studente come debiti formativi aggiuntivi (OFA) in tali discipline. L’annullamento dell’eventuale debito formativo accertato si effettuerà mediante l’attivativazione di piani di recupero personalizzati sotto la responsabilità dei docenti titolari delle discipline di riferimento. I debiti formativi si riterranno assolti con una verifica da tenersi nel corso dei relativi esami di profitto.

Azioni sul documento

published on 19/11/2018 ultima modifica 20/09/2023