Risultati di apprendimento attesi

a)  Conoscenza e capacità di comprensione

Il Laureato Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria deve aver acquisito durante il percorso di studi una valida preparazione nelle discipline di base formative della figura professionale dell'odontoiatra. Deve conoscere i principi istitutivi degli insegnamenti medico-chirurgici generali ed essere preparato a formulare la diagnosi e a predisporre la terapia di ogni aspetto della disciplina medico-odontoiatrica. Deve essere in grado di valutare criticamente lo stato dell'apparato stomatognatico in una visione unitaria, che tenga conto dello stato di salute generale, onde pervenire alla diagnosi e alla formulazione di un piano di trattamento adeguato alle esigenze e alle aspettative del singolo paziente. Deve essere in grado di comprendere in modo chiaro e completo la letteratura scientifica ai fini di applicare quotidianamente e correttamente i risultati della ricerca alla diagnosi e alla terapia. Tutto ciò anche in relazione, una volta inserito nella professione, al processo della necessaria educazione continua che deve perdurare per l'intera attività lavorativa.
MODALITA’ DI ACQUISIZIONE E VERIFICA: L'apprendimento avviene mediante lezioni frontali, laboratori ed esercitazioni anche cliniche e viene valutato con prove scritte e/o orali , esercitazioni cliniche, valutazione di progetti e della attività pratica. La verifica e la valutazione delle conoscenze e competenze acquisite vengono effettuate attraverso modalità indicate autonomamente dai docenti attraverso prove complessive o in itinere. Attraverso le competenze professionali acquisite con il tirocinio interno ai corsi di studio, ed in particolare con il TVP, il Laureato Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria deve raggiungere il livello di conoscenze pratiche idonee per l’abilitazione all’esercizio della professione.

b)  Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Il laureato in Odontoiatria deve essere in grado di riconoscere i segni e sintomi clinici delle patologie odontostomatologiche anche riguardo alle manifestazioni orali di malattie sistemiche e alle neoplasie del cavo orale. Deve essere in grado di valutare l'aspetto clinico, anche non usuale, delle affezioni oro-dentali valutandone il grado di gravità e individuando il trattamento più idoneo per il paziente in relazione alle sue specifiche condizioni. Deve essere in grado di effettuare terapie in campo orodentale a un livello caratteristico della odontoiatria generalista. Deve possedere capacità relazionali per poter sviluppare la collaborazione con altre figure sanitarie per un approccio al caso clinico di tipo interdisciplinare, oltre che per instaurare un corretto rapporto medico-paziente. Deve infatti sviluppare ed acquisire capacità di ascolto e di comunicazione per poter interagire efficacemente con il paziente fornendo informazioni adeguate e intellegibili al fine di ottenere il consenso informato alla terapia più indicata per le condizioni orali, le esigenze e le aspettative del paziente. L'odontoiatra deve essere in grado di effettuare manovre di pronto soccorso e di rianimazione nel caso di urgenze mediche o sopravvenute complicanze.
MODALITÀ DI ACQUISIZIONE. Gli strumenti didattici finalizzati al raggiungimento delle capacità di applicare le conoscenze nell'ambito delle attività caratterizzanti includono un’intensa attività di laboratorio a banchi individuali e di attività di tirocinio clinico sul paziente, la riflessione la rielaborazione e presentazione di testi scientifici analizzati da individui o gruppi di studenti e didattica frontale-seminariale finalizzata prevalentemente alla discussione interdisciplinare dei casi clinici assegnati.

MODALITÀ DI VERIFICA. I titolari degli insegnamenti professionalizzanti sono responsabili del tirocinio relativo all'insegnamento. Per ogni singolo tirocinio viene effettuata una valutazione in itinere di cui il docente terrà conto ai fini del voto finale d'esame. Le modalità di verifica possono prevedere prove scritte e orali, di laboratorio, valutazioni tirocini e/o progetti e test attitudinali, sia con valutazioni complessive sia con prove in itinere. L’attestazione di frequenza delle attività didattiche obbligatorie è necessaria per sostenere il relativo esame del Corso d’Insegnamento.

c)  Autonomia di giudizio

Il laureato Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria deve posseder un livello di autonomia professionale, culturale, decisionale e operativa tale da consentirgli un costante aggiornamento, avendo seguito un percorso formativo caratterizzato da un approccio olistico ai problemi di salute orale della persona sana o malata, anche in relazione all'ambiente fisico e sociale che lo circonda. Deve essere in grado anche di effettuare valutazioni statistiche sulla base degli strumenti che gli sono stati messi a disposizione durante il corso di studi.

d)  Abilità comunicative


Il laureato Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria deve saper gestire i rapporti con i colleghi medici e odontoiatri, con i collaboratori e con i pazienti. Deve, inoltre, sviluppare ed acquisire capacità di ascolto e di comunicazione per poter interagire efficacemente con il paziente fornendo informazioni adeguate e intellegibili al fine di ottenere il consenso informato alla terapia più indicata per le condizioni orali, le esigenze e le aspettative del paziente.

e)  Capacità di apprendimento

Il laureato magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria deve aver sviluppato capacità di apprendimento necessarie per intraprendere ulteriori studi con un alto grado di autonomia.

 

Azioni sul documento

published on 04/02/2019 ultima modifica 20/09/2023