Strumenti personali
Logotipo di UniBa

Sezioni

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui:HomePersonaleServizio e sostegno ai dipendenti con figli

Servizio e sostegno ai dipendenti con figli

CONTRIBUTO ANNO 2019


Si porta a conoscenza di tutto il personale tecnico amministrativo e collaboratori linguistici che l'Amministrazione, per l'anno 2019, concorrerà alle spese già sostenute per la frequenza di asili nido e strutture sportive e di accoglienza, nonché per l’acquisto di libri, per i figli dei dipendenti, con un contributo, che verrà stabilito successivamente all'inoltro delle richieste.

Il contributo potrà essere richiesto per le fattispecie sottoelencate:

  1. figli e minori in affidamento familiare frequentanti l'asilo nido, fino al compimento del terzo anno di età, per il periodo da gennaio a dicembre 2019;
    si ricorda che l'art. 51, comma 2, lett. f-bis del T.U.I.R. stabilisce che non concorrono a formare il reddito di lavoro dipendente le somme erogate dal datore di lavoro per la fruizione da parte dei familiari indicati nell'art. 12 dei servizi di educazione e istruzione anche in età prescolare. Pertanto, al fine di poter usufruire della esenzione da contributi previdenziali ed oneri fiscali delle somme di cui trattasi si rende necessario che il dipendente rilasci apposita dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, volta a dichiarare i seguenti requisiti:
    - che il familiare per il quale si richiede il contributo sia stato fiscalmente a carico per l'anno fiscale 2019;
    - che la spesa oggetto di contributo sia stata sostenuta integralmente dal dipendente;
    Alla domanda dovrà essere, inoltre, allegata la copia del codice fiscale del familiare per il quale è stata sostenuta la spesa.
  2. figli e minori in affidamento familiare frequentanti strutture sportive e di accoglienza, di età compresa tra i tre anni compiuti e gli undici (fino al compimento), per il periodo da giugno a settembre 2019;
    la medesima disposizione normativa sopra richiamata consente l'esclusione dal reddito da lavoro dipendente delle somme erogate per tali finalità a condizione che le stesse vengano svolte nell'ambito dell'organizzazione di centri estivi.
    Pertanto, al fine di poter usufruire della esenzione da contributi previdenziali ed oneri fiscali delle somme di cui trattasi si rende necessario che il dipendente rilasci apposita dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, volta a dichiarare i seguenti requisiti:
    - che il familiare per il quale si richiede il contributo sia stato fiscalmente a carico per l'anno fiscale 2019;
    - che la spesa oggetto di contributo sia stata sostenuta integralmente dal dipendente.
    Inoltre, dalla causale del documento giustificativo della spesa si dovrà evincere in maniera chiara che la natura della prestazione erogata rientri nell'ambito dell'iscrizione e frequenza di un centro estivo.
  3. acquisto di libri per figli e minori in affidamento familiare, fino al compimento del ventiquattresimo anno di età, iscritti alle scuole secondarie ed ai corsi universitari;
    le erogazioni effettuate a tale titolo dal datore di lavoro costituiscono fringe benefit ai sensi dell'art. 51, comma 1 del T.U.I.R. e pertanto concorrono alla formazione del reddito complessivo del dipendente al quale viene applicato il trattamento previdenziale e fiscale previsto.

 

Per i figli è previsto un contributo individuale pari ad Euro 350,00.
L'eventuale somma residua sarà ripartita, in parti uguali, per spese riferite agli eventuali ulteriori figli, fino ad un massimo di Euro 350,00.

Il contributo sarà erogato previa presentazione di apposita istanza, accompagnata dal modello ISEE ordinario in corso di validità, da una documentazione contabile attestante l’effettiva somma versata, nonché, per la fattispecie di cui al punto 3, dalla documentazione di iscrizione scolastica o universitaria.
L'istanza deve necessariamente essere prodotta per ogni singolo figlio beneficiario. Per il medesimo figlio è possibile erogare un contributo per ciascun genitore dipendente che presenti istanza tra i casi rispettivamente indicati ai suddetti nn. 1., 2. e 3, purchè con titoli di spesa riferiti a fattispecie diverse.

Qualora le risorse disponibili dovessero risultare insufficienti, il contributo sarà erogato attraverso una graduatoria di merito che tenga conto della situazione economica equivalente del nucleo familiare. In caso di ex aequo, ai fini dell'attribuzione del contributo, si procederà a sorteggio pubblico.

 

Servizio e sostegno ai dipendenti con figli diversamente abili


L'Amministrazione, inoltre, concorrerà alle spese per la frequenza di strutture sportive e/o di accoglienza, o per la fruizione di forme di sostegno domiciliare, per il periodo da gennaio a dicembre 2019, per figli e per minori in affidamento familiare, diversamente abili (con una invalidità riconosciuta compresa tra il 45% e il 100%).

L’importo massimo del singolo contributo è pari al quoziente determinato dalla suddivisione della somma a disposizione (pari ad € 15.000,00) per il numero complessivo di figli e di minori diversamente abili.

Il contributo sarà erogato solo a quei dipendenti che presenteranno una documentazione contabile attestante l’effettiva somma versata, nonché, una certificazione della percentuale di invalidità rilasciata dall'Ente competente.

L’eventuale somma residua sarà ripartita tra gli aventi titolo, in proporzione alla effettiva spesa documentata.

Le erogazioni effettuate dal datore di lavoro a ristoro delle somme corrisposte dal dipendente per spese rese a favore di figli e minori diversamente abili soggiaciono allo stesso principio di cui al punto 2.
Le erogazioni effettuate dal datore di lavoro a ristoro delle spese sostenute nell'ambito della frequenza di strutture finalizzate all'assistenza personale e nell'ambito dell'assistenza domiciliare, non costituiscono reddito da lavoro dipendente ai sensi dell'art. 51, comma 2, lett. f-ter del T.U.I.R.
Pertanto, al fine di poter usufruire della esenzione da contributi previdenziali ed oneri fiscali delle somme di cui trattasi si rende necessario che il dipendente rilasci apposita dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, volta a dichiarare i seguenti requisiti:
- che il familiare per il quale si richiede il contributo sia stato fiscalmente a carico per l'anno fiscale 2019;
- che la spesa oggetto di contributo sia stata sostenuta integralmente dal dipendente.
Alla domanda dovrà essere, inoltre, allegata la copia del codice fiscale del familiare per il quale è stata sostenuta la spesa e una certificazione medica che attesti la mancata autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana del figlio o minore diversamente abile.

 


Resta inteso che qualora il dipendente non presenti la documentazione sopra richiesta al fine di rendere non imponibile i contributi di cui trattasi sopra elencati, gli Uffici competenti provvederanno ugualmente all'erogazione del contributo previsto assoggettandolo alle ordinarie imposizioni ai fini previdenziali e fiscali.

I dipendenti interessati dovranno far pervenire alla U.O. Funzionamento Servizi Sociali l'apposito modulo di richiesta contributo, unitamente alla documentazione prevista, entro e non oltre il termine del  15 aprile 2020.

nextModulo richiesta contributo per il  sostegno ai dipendenti con figli >>>

Modulo richiesta contributo per il sostegno ai dipendenti con figli diversamente abili>>>

Dichiarazione sostitutiva atto di notorietà>>>

 


TEMPI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO: trasmissione dell'elenco degli aventi diritto alla U.O. Emolumenti al personale entro 90 giorni dal termine di presentazione delle istanze.


 

Pubblicato il: 22/09/2014  Ultima modifica: 02/03/2020

Intestazione - Direzione appalti, edilizia, patrimonio


U.O. Funzionamento servizi sociali
Responsabile: Filomena SERVIDDIO
Centro Polifunzionale Studenti
Piazza Cesare Battisti - Bari
Terzo piano
Tel.: +39 080 571 4245 / 4690 / 4117 / 4450 / 4057
Email:


Orari di ricevimento
lunedì-venerdì: 11.00 - 13.00
lunedì-giovedì: 15.00 - 17.00


Organigramma