Fondazione INF-ACT (One Health Basic and Translational Research Actions addressing Unmet Needs on Emerging Infectious Disease)

Partenariati estesi alle Università, ai Centri di Ricerca, alle aziende per il finanziamento di progetti di ricerca di base" – nell'ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, Missione 4 "Istruzione e ricerca" – Componente 2 "Dalla ricerca all'impresa" – Investimento 1.3, finanziato dall’Unione europea – NextGenerationEU. Hub del progetto Partenariati Estesi PNRR M4C2, Linea 13 “Malattie Infettive Emergenti”

Scheda informativa


Denominazione/Ragione sociale:

INF-ACT (One Health Basic and Translational Research Actions addressing Unmet Needs on Emerging Infectious Disease)

INF-ACT_logo.jpg

Sede legale e amministrativa:

Corso Strada Nuova, 65 - 27100 PAVIA         

Tipologia:
Fondazione di partecipazione
Partita Iva/Codice Fiscale:
Codice Fiscale 96084470184 - Partiva IVA 02894510185

Soci partecipanti:

Istituzioni Coinvolte in INF-ACT:
Università degli Studi di Pavia
Università degli Studi di Padova
Università degli Studi di Catania
Istituto Superiore di Sanità (ISS)
Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR)
Università degli Studi di Milano
Università degli Studi di Roma "La Sapienza" 
Università degli Studi di Napoli "Federico II"
Alma Mater Studiorum Università degli Studi di Bologna
Università degli Studi di Siena 
Università degli Studi di Bari "Aldo Moro" 
Università degli Studi di Cagliari
Università degli Studi di Torino
Università Cattolica del Sacro Cuore
Humanitas University
Università Vita-Salute San Raffaele
Associazione Istituti Zooprofilattici Sperimentali (AIZS)
Fondazione Bruno Kessler (FBK)
Fondazione Istituto Nazionale di Genetica Molecolare (INGM)
Fondazione Policlinico Universitario Campus Bio-Medico (FPCBM)
IRCCS Istituto di Ricerche Farmacologiche "Mario Negri" (IRFMN)
IRCCS Istituto Sacro Cuore Don Calabria (ISCDC)
IRCCS Istituto Mediterraneo per i Trapianti e le Terapie ad Alta Specializzazione (ISMETT)
Ospedale Pediatrico Bambin Gesù (OPBG)
IRBM S.p.A. (IRBM)

Oggetto/Descrizione attività:

La Fondazione ha come scopo la ricerca scientifica e tecnologica sulla tematica delle malattie infettive emergenti, adottando un approccio multidisciplinare, olistico e di problem solving basato sull’eccellenza scientifica.

Nell’ambito del quadro normativo-regolamentare tracciato dall'avviso pubblico del Ministero dell'Università e della Ricerca n. 341 del 15 marzo 2022, la Fondazione rappresenta il referente unico per l’attuazione del Programma di Ricerca Partenariato Esteso 13 (PE13), ne svolge le attività di gestione e di coordinamento, riceve le tranches di agevolazioni concesse da destinare alla realizzazione del suddetto programma, verifica e trasmette al MUR la rendicontazione delle attività svolte, potrà svolgere le attività di supporto trasversale previste dal medesimo avviso pubblico del Ministero dell'Università e della Ricerca n. 341 del 15 marzo 2022, svolge ogni attività, anche strumentale, ritenuta dal Consiglio di Amministrazione necessaria, utile o opportuna per la realizzazione del programma di ricerca e per assicurare l’adempimento delle previsioni di cui al più volte citato avviso pubblico.

Per il raggiungimento delle proprie finalità istituzionali, anche oltre la durata del Programma di Ricerca Partenariato Esteso 13 (PE13), la Fondazione svolge attività finalizzate all’implementazione di un sistema di controllo attivo della circolazione delle malattie emergenti in Italia in grado di monitorare le specie autoctone o “aliene” invasive di vettori potenzialmente capaci di trasmettere malattie infettive emergenti e la circolazione degli agenti patogeni nella popolazione umana e animale (ospiti e vettori) attraverso l’integrazione gli attuali sistemi di monitoraggio, contribuendo allo sviluppo di una filiera che parta dalla ricerca di frontiera e arrivi ai prodotti e ai servizi finali, considerando altri aspetti trasversali quali: il rafforzamento di competenze chiave per l‘identificazione, la diagnostica, la cura e la prevenzione, incluso il trasferimento di tecnologie e di conoscenze e la capacità di integrare le tecnologie in sistemi e servizi.

La Fondazione, nell’ambito dei suoi scopi, potrà comunque svolgere attività che contribuiscano, direttamente o indirettamente, allo sviluppo sociale, economico e scientifico della Repubblica Italiana, restando in radice escluso ogni ritorno di carattere economico a favore dei membri della Fondazione stessa.

Per il raggiungimento dei suoi scopi, nel rispetto dei limiti di legge e di statuto, su mandato e previo consenso dei propri membri, la Fondazione, tra l’altro, potrà:

- elaborare richieste di fondi e finanziamenti pubblici e privati;

- partecipare a procedimenti di pubblica evidenza finalizzati alla assegnazione di risorse e finanziamenti pubblici per il perseguimento degli scopi statutari, ponendo in essere ogni attività a tal fine necessaria e nel rispetto delle norme vigenti;

- collaborare con soggetti terzi al fine di realizzare le iniziative ed i progetti per la cui realizzazione la Fondazione è stata istituita;

- stipulare contratti di acquisto, di diritti reali su beni immobili, o beni mobili registrati, nonché diritti di natura obbligatoria aventi ad oggetto la fruizione dei beni medesimi, nonché i contratti di finanziamento delle operazioni di cui sopra, con concessione delle relative garanzie anche reali, il tutto nei limiti e con gli obiettivi dei regolamenti che saranno, allo scopo, emanati dal Consiglio di Amministrazione nella più generale disciplina strategica della gestione del patrimonio dell'ente;

- amministrare e gestire i beni di cui sia proprietaria, locatrice, comodataria o comunque posseduti o detenuti, nonché gestire, in via residuale non prevalente, fondi anche di terzi finalizzati agli scopi indicati nel presente articolo;

- svolgere, in via accessoria e strumentale al perseguimento dei fini istituzionali, attività di divulgazione e commercializzazione, anche con riferimento al settore dell’editoria, nei limiti delle leggi vigenti, e degli audiovisivi in genere;

- svolgere ogni altra attività ritenuta utile od opportuna per il perseguimento delle finalità di cui al presente articolo.

Nell'ambito delle proprie attività, nello spirito che ne ha animato la costituzione e per il raggiungimento dei propri scopi, la Fondazione potrà operare tanto in Italia quanto all'estero.

Data costituzione:
20/09/2022 

Data scadenza: a tempo indeterminato

Capitale sociale

Fondo di dotazione
225.000 

Percentuale di partecipazione:    0%

Quota di adesione:

€ 10.000,00 (fondo di dotazione)
 
 

Quota annuale gravante sul bilancio UNIBA: € 0,00 

Risultati di bilancio:

Esercizio finanziario 2022: € 3.871,00
 

 

Presidente/Direttore/Amministratore:

Presidente:
Federico Forneris  INF-ACT (Università degli Studi di Pavia)

Consiglieri:

  • Cinzia Giannini (Consiglio Nazionale delle Ricerche)
  • Giuseppe Matarese (Università degli Studi di Napoli Federico II)
  • Antonia Ricci (Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie - IZSVe)
  • Patrizia Tancredi (Istituto Superiore di Sanità)
  • Carlo Toniatti (IRBM S.p.A.)
  • Enzo Tramontano (Università di Cagliari)
Trattamento economico: € 0,00
Rappresentanti UNIBA nel Consiglio di Amministrazione

 
UNIBA non ha rappresentanti

Scadenza mandato:
 
Trattamento economico:
Esercizio finanziario ......: € 0,00
Responsabile Scientifico UNIBA :

Domenico Otranto

Scadenza mandato:
fino a revoca

Trattamento economico:
Esercizio finanziario ......: €
Contatti: 

  

Riferimento:  
Telefono: 
Fax:
E-mail:

pnrr@unipv.it
management@inf-act.it

 PEC:  inf-act@pec.it
Sito internet

 https://www.inf-act.it/

published on 02/08/2013 ultima modifica 05/03/2024

Azioni sul documento