Intitolazione del palazzo di Corso Italia 23 in BARI al prof. Franco Cassano

  • Quando il 25/05/2022 dalle 14:15 alle 14:15 (Europe/Berlin / UTC200)
  • Aggiungi l'evento al calendario iCal

A distanza di poco più di un anno dalla scomparsa di Franco Cassano, l'Università degli Studi di Bari Aldo Moro con il Dipartimento di Scienze Politiche hanno ricordato la figura e l'opera del sociologo barese attraverso un convegno di studi intitolato  "Lungo la via meridiana. L’itinerario sociologico, civile e politico di Franco Cassano”, in programma nelle giornate del 19, 20 e 21 maggio presso l’aula Moro del Dipartimento di Scienze Politiche (Piazza Cesare Battisti).

Per l’occasione, nella giornata di venerdì 20 maggio, alle ore 12.45, è stato intitolato a Franco Cassano il palazzo di Corso Italia 23.

Alla cerimonia hanno partecipato Stefano Bronzini (Rettore dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”), Michele Emiliano (presidente della Regione), Antonio Decaro (sindaco di Bari), Giuseppe Moro (Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche), Roberto Voza (Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza) e Luciana De Fazio Cassano.

Una targa commemorativa è stata affissa all’ingresso del palazzo che ha ospitato, al pian terreno, lo studio di Cassano negli ultimi anni della sua attività accademica. Il palazzo ospita studi e uffici dei dipartimenti di Scienze Politiche e Giurisprudenza.

Le foto dell'evento

 

 

 

 


Il Rettore Stefano Bronzini e la signora Luciana De Fazio Cassano scoprono la targa alla presenza di un folto pubblico.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                      La targa in primo piano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

      Il convegno e gli ospiti

 

 

 

 

 

Da sinistra: Giuseppe Moro, Massimo D’Alema, Antonio Decaro, Michele Emiliano, Patrizia Calefato, Silvia Godelli.

 

 

 

 

 

 





Da sinistra:  Antonio Decaro, Giuseppe Moro, Patrizia Calefato e in collegamento da remoto Niki Vendola.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da sinistra Giuseppe Vacca, Daniele Petrosino e Raffaele Rauty.

 

 

 

Azioni sul documento

pubblicato il 09/06/2022 ultima modifica 06/09/2022