Strumenti personali
scienze-politiche
Logotipo di UniBaScienze politiche

Sezioni

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui:HomeRicerca e Terza missioneCentri di ricerca

Centri



Europe Direct Puglia - Sportello informativo dell'Unione europea                   


 

 

Europe Direct Puglia è lo sportello informativo dell’UE, gestito dall’Università degli Studi di Bari Aldo Moro in partenariato con: il Dipartimento di Scienze Politiche, il Consiglio Regionale della Puglia - Servizio Biblioteca e Comunicazione Istituzionale, la Giunta Regionale – Servizio Comunicazione Istituzionale, la Prefettura di Bari, la Provincia di Barletta-Andria-Trani, la Provincia di Brindisi, l’Ente Fiera del Levante, i Comuni di Alberobello, Bari, Cisternino, Gioia del Colle, Martina Franca, Mola di Bari, l’A.I.C.C.R.E. – Puglia, l’Associazione per la Formazione Professionale Quasar, il Centro Studi Erasmo – Centro di Ricerca Formazione e Documentazione sull’Europa sociale, l’A.R.P.T.R.A. – ex Carrefour europeo Puglia.

 

 

 

 

Europe Direct - Centro di Documentazione europea


 

 

I CDE:

  • sono istituti dalla Commissione europea presso le università e le istituzioni di insegnamento superiore di tutti i Paesi membri e di alcuni Paesi terzi;
  • sono attivati attraverso una convenzione che regola i diritti e i doveri di ciascuna parte;
  • dispongono della gran parte della documentazione cartacea ed elettronica prodotta dalle istituzioni comunitarie e la rendono accessibile al mondo accademico e al “grande pubblico”;
  • costituiscono una delle reti informative della Commissione.
  • aiutano le università e le istituzioni di insegnamento superiore e di ricerca a promuovere e a sviluppare l’insegnamento e la ricerca sull’integrazione europea;
  • contribuiscono, con lo scopo di accrescere la trasparenza, a far conoscere le politiche dell’Unione europea a tutti i cittadini europei anche esterni al mondo universitario.
  • mettono a disposizione le fonti informative sull’Unione europea  agli studenti, professori e ricercatori del mondo accademico e del pubblico in generale;
  • informano, in sinergia con le altre reti della Commissione, sulle politiche dell’Unione;
  • diventano un punto chiave d’informazione sulle istituzione e le politiche dell’Unione nelle università.

 

 

 

 


Osservatorio sulla detenzione e l'accoglienza dei migranti in Puglia




L’Osservatorio nasce nel 2013, grazie ad un iniziale finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Puglia, su impulso di Luigi Pannarale, Giuseppe Campesi e Ivan Pupolizio e la collaborazione del Garante regionale per i diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale.

Il suo obiettivo è quello di costituire un punto di osservazione sul sistema di accoglienza per richiedenti asilo e i centri di detenzione per migranti in via di espulsione presenti sul territorio pugliese. A tal fine, l’Osservatorio svolge attività di raccolta dati e monitoraggio, utilizzando tanto metodologie di rilevazione a distanza che la ricerca sul campo.

I principali risultati di tale attività di documentazione e monitoraggio sono raccolti in forma sistematica, analizzati e successivamente divulgati attraverso la pagina web dell’Osservatorio, su cui è possibile consultare informazioni di natura quantitativa e qualitativa sul sistema di accoglienza e i centri di detenzione per stranieri in via di espulsione. Accanto a tali dati frutto delle attività di monitoraggio dei ricercatori che collaborano con l’Osservatorio, la pagina web include anche un Centro di documentazione attraverso cui è possibile consultare la normativa di riferimento, nonché accedere a documenti, rapporti e altro materiale informativo sul sistema di accoglienza e la detenzione amministrativa degli stranieri in Italia, Europa e nel mondo.

Pubblicato il: 27/03/2017  Ultima modifica: 10/10/2018

 

Coronavirus: Decreto Rettorale n. 772 - 10 marzo 2020; ----- DPCM "#iorestoacasa" del 9 marzo 2020 --- DPCM dell'1.04.2020 --- DPCM del 10/04/2020

                                                            quadrato rosso.pngquadrato rosso.png

Non sarà consentito, fino a nuovo avviso, l’accesso degli studenti agli uffici, biblioteche, sale di lettura, sale di studio, laboratori e ogni altro spazio adibito allo svolgimento delle attività curriculari.

quadrato rosso.png                                                           quadrato rosso.png

Scrivi alla Paritetica