Tu sei qui:Home / Didattica / Formazione Postlaurea / Dottorato in "Scienze delle relazioni umane" / Dottorato di Ricerca in Scienze delle Relazioni Umane

Dottorato di Ricerca in Scienze delle Relazioni Umane


XXXVII CICLO

Coordinatore: Andrea Bosco 

Collegio del Dottorato



Programma workshop "Comunicare la scienza. La scienza della Comunicazione"
dal 28 al 30 giugno 2021


>> Libro degli abstract

 

 

Descrizione

Lo sviluppo delle società umane si compie in una fitta rete di relazioni tra persone nel proprio ambiente ma anche tra organizzazioni, istituzioni e comunità. L’analisi di tale rete impegna le scienze umane a proporre sul piano teorico modelli esplicativi e, su quello pratico, modelli d’intervento in grado di orientare positivamente i contesti di vita.

Un tale programma d’indagine è alimentato dall’interesse a: a) comprendere i processi psicologici, formativi, storici, sociali e politici e le loro interazioni, implicati nelle relazioni umane, b) proporre modelli di sviluppo di relazioni umane secondo meccanismi “win-win” e c) proporre strategie innovative per ridurre le condizioni di disagio nelle sue diverse manifestazioni e nelle diverse fasi della vita. La meta finale dell’impegno interdisciplinare richiesto consiste nell’indicare un modello d’interpretazione delle relazioni umane basato sull’interazione dinamica tra approcci.

Il Dottorato promuove la ricerca psicologica, pedagogica e storico-sociale. Come professionista la/o studiosa/o saprà anche contribuire allo sviluppo di relazioni umane efficaci in diversi contesti applicativi. Il percorso formativo si declina in tre curricula: 1) storico-sociologico, politico, 2) formativo-pedagogico, 3) psicologico e comunicativo. Ogni profilo fonda la formazione teorico-metodologica sui propri assi scientifico-disciplinari, secondo un impianto marcato da interconnessioni e attraversamenti.

 

Sbocchi professionali e occupazionali previsti

Il Dottore di ricerca in “Scienze delle relazioni umane” è una/o studiosa/o in grado di verificare ipotesi di ricerca in uno o più campi tra quelli psicologico, pedagogico, storico-sociale, politico, anche in ottica di comparazione cross culturale e linguistica. E’ anche uno/a esperto/a della progettazione di ricerche-azione. Può essere progettista in grado di promuovere il cambiamento nelle comunità, organizzazioni, in contesti educativi e formativi, in enti di ricerca. Il Dottore di ricerca può svolgere la funzione di Dirigente nella pubblica amministrazione e quella di manager nel 3° settore e della cooperazione internazionale con competenze specialistiche nella programmazione e valutazione degli interventi sociali, psicologici, pedagogici e demografici. Egli/ella può:

  • operare in organizzazioni (pubbliche, private, del privato sociale) che forniscono servizi a persone, a famiglie, a gruppi e a comunità, valorizzando l'apporto dell'esperienza storica, sociologica, politologica, della comunicazione anche interculturale;
  • operare in contesti che richiedono interventi pedagogici o psicologici di tipo preventivo, riabilitativo, clinico;
  • condurre azioni di counseling psicologico, pedagogico, socio-demografico;
  • svolgere ricerche e consulenze in contesti istituzionali anche in funzione delle esigenze della programmazione delle attività e all’implementazione della qualità e dell’efficacia degli interventi.

 

Occupazioni dei dottori di ricerca in Scienze delle Relazioni Umane

I dottori di ricerca che hanno acquisito il titolo negli ultimi anni cui è possibile fare riferimento si sono formati in Indirizzi che appartenevano a diverse Scuole di dottorato e che nell'arco dell'avvio dei cicli XXVII e XXVIII, sono confluiti nella Scuola di dottorato in “Scienze delle Relazioni Umane”. In particolare i dottori di ricerca provenienti dal Corso di "Popolazione, famiglia e territorio (demografia storica e storia sociale), dal Corso di “Psicologia: processi cognitivi, emotivi e comunicativi” e dal corso di “Dinamiche formative ed educazione alla politica” hanno potuto valorizzare le competenze professionali acquisite, segnalandosi in valutazioni comparative per contratti di ricerca e di didattica in contesti accademici, hanno maturato esperienze di consulenza professionale nel campo della selezione, gestione e valutazione delle risorse umane. Alcuni risultano impegnati in istituzioni che promuovono modelli di partecipazione consapevole nella gestione delle organizzazioni produttive e in istituzioni della cittadinanza. Alcuni dottori di ricerca sono soci proponenti di spin-off accademiche, altri hanno avviato start-up che offrono servizi e ricerca intercettando fondi pubblici. Ancora, le competenze acquisite durante il dottorato sono state valorizzate nell’avvio di una carriera da ufficiale nelle FF.AA. nei ruoli speciali come psicologo delle risorse umane.

 

Curriculum dottorali afferenti al Corso di dottorato

  1. Storia e politiche sociali
  2. Dinamiche formative ed educazione alla politica
  3. Psicologia: processi cognitivi, emotivi e comunicativi

 

Formazione

Il Dottorato in Scienze delle Relazioni Umane dal 35° Ciclo ha organizzato due insegnamenti ad hoc previsti nell'iter formativo per complessivi 18 CFU. Il Collegio ha deliberato di concentrare l’attività di insegnamento su tematiche di metodologia della ricerca con l’obiettivo di mettere in evidenza i punti di convergenza e di divergenza tra i diversi approcci disciplinari. I due insegnamenti sono stati, pertanto, così etichettati:

1) Tecniche e metodi della ricerca psicologica, pedagogica e educativa

2) Tecniche e metodi della ricerca storica, politico-sociale, e della comunicazione

Si tratta di corsi che prevedono la partecipazione di tutti i membri del collegio che danno il proprio contributo nell’arco di uno o due incontri di quattro ore ognuno per complessive 60 ore. I corsi possono essere seguiti da tutti i dottorandi che sceglieranno su quale sostenere una verifica finale.

 

Linguistica

L’Ateneo ha organizzato un percorso formativo a livello di Master in "Comunicazione e Promozione della Ricerca". Il Dottorato in Scienze delle Relazioni Umane ha aderito all’iniziativa. Dal punto di vista linguistico le/i Dottorande/i seguiranno il corso: Laboratorio di inglese accademico. American English or British English? I generi. Le email, le lettere agli editori, i comunicati stampa, gli abstract. Come si imposta un articolo di ricerca. Come si imposta una presentazione a un convegno.

 

Informatica

L’Ateneo ha organizzato un percorso formativo a livello di Master in "Comunicazione e Promozione della Ricerca". Il Dottorato in Scienze delle Relazioni Umane ha aderito all’iniziativa. Dal punto di vista informatico le/i Dottorande/i seguiranno i corsi:

  • Laboratorio di progettazione web I.
  • Laboratorio di progettazione web II.

 

Valorizzazione dei risultati della ricerca e della proprietà intellettuale

1) L’Ateneo ha organizzato un percorso formativo a livello di Master in "Comunicazione e Promozione della Ricerca". Il Dottorato in Scienze delle Relazioni Umane ha aderito all’iniziativa. Dal punto di vista gestione della ricerca le/i Dottorande/i seguiranno i corsi:

  • Information retrieval.
  • Laboratorio di gestione della performance.
  • Promozione della ricerca.

 

2) L’Ateneo ha organizzato un percorso formativo a livello di Master in "Comunicazione e Promozione della Ricerca". Il Dottorato in Scienze delle Relazioni Umane ha aderito all’iniziativa. Dal punto di vista valorizzazione dei risultati della ricerca le/i Dottorande/i seguiranno i corsi:

  • Metodi e immagini per pensare.
  • Teorie e tecniche della narrazione scientifico-culturale.
  • Organizzazione dell'evento culturale.
  • Diritto di autore e proprietà industriale.

 

Inoltre, i dottorandi potranno seguire insegnamenti in corsi magistrali ritenuti congrui con i loro interessi, su uno tra i due scelti dovranno sostenere la verifica finale.

 

Titolo di ammissione

Tutte le lauree magistrali

 

Modalità di ammissione

  1. Titoli
  2. Prova scritta
  3. Prova orale

Per i laureati all'estero

  1. Titoli
  2. Prova orale

 

Il dottorato in sintesi

Le relazioni umane si riferiscono all'insieme delle interazioni tra individui situati in un determinato ambiente fisico e sociale (contributo storico, sociale, politico). Tali relazioni si manifestano attraverso il comportamento umano nelle sue diverse accezioni (contributo psicologico e della comunicazione). Le relazioni umane sono sostenute da processi educativi/formativi (contributo pedagogico) essenziali per lo sviluppo personale e intellettuale dell'individuo e per l'evoluzione di regole sociali su cui si basa la convivenza civile e organizzata.

La promozione di efficaci relazioni umane ha effetti diretti sulla qualità della vita degli individui, dei gruppi e delle organizzazioni.

Le attività del dottorato sono quindi riferibili principalmente ai settori ERC: SH2, SH4, SH6 e alle loro possibili intersezioni.

Borse PON


Nel 33° ciclo sono state ottenute due borse PON, per cui il Dottorato in Scienze delle Relazioni Umane è stato riconosciuto dal Ministero nella sua natura "innovativa a caratterizzazione industriale".

- Progetto 1: Smart Program Management - dott.ssa Monachino

- Progetto 2Patrimonio culturale come bene comune relazionale: modello per sviluppare sistemi di gestione integrata del patrimonio culturale (pugliese) - dott.ssa Papapicco

 

Programmazione didattica


 > Programmazione 35° Ciclo


 > Programmazione 36° Ciclo


 > Programmazione 37° Ciclo


Pubblicato il: 06/03/2018  Ultima modifica: 10/06/2021
Orari di apertura del Palazzo Chiaia-Napolitano
  • dal lunedì al venerdì: 07.30 - 19.30
  • sabato mattina:          CHIUSO

> Ufficio Protocollo (stanza 111)


Segreteria Didattica
(piano terra Palazzo Chiaia-Napolitano, lato via Suppa)
email: segreteriadidattica.forpsicom@uniba.it

Segreteria studenti
(4°piano ex Palazzo Poste, via Garruba 1/A)
email: segreteriastudenti.formazione@uniba.it

 

>> SOSPESO FINO A DATA DA DEFINIRSI <<
Sportello telefonico 
Tel. +39 080 571 4048
da lunedì a venerdì: 08:30-10:00 e 12:00-13:00
Orari di ricevimento 
da lunedì a venerdì: 10:00 - 12:00 
martedì e giovedì anche 14.30 - 16.30