Misure individualizzate

Secondo l’inquadramento giuridico esistente, lo studente con disabilità e/o DSA può richiedere delle misure individualizzate che garantiscono il raggiungimento degli obiettivi formativi e degli apprendimenti previsti, ma tengono conto delle specificità del suo funzionamento.

Si riassume, qui di seguito, quanto previsto dalle Leggi n.104/1992, n.17/1999, n. 170/2010 e dalle Linee Guida CNUDD (2014). ll trattamento individualizzato può prevedere l’impiego di specifici strumenti compensativi, quali registratore digitale, PC con correttore ortografico; testi in formato digitale; programmi di sintesi vocale; la presenza di tutor con funzione di lettore o di supporto dell’eloquio; calcolatrice non scientifica; tabelle e formulari; mappe concettuali; materiali didattici in formati accessibili (presentazioni, dispense, eserciziari), forniti se necessario in anticipo sulle lezioni. Se tali supporti sono usati durante una verifica, vanno preventivamente concordati e approvati dalla commissione d’esame.

Relativamente alla modalità d’esame, è possibile richiedere la conversione dell’esame da una modalità all’altra (es., da forma scritta a forma orale o viceversa). Laddove l’esame scritto venga ritenuto indispensabile, è necessario verificare se il formato scelto (ad es. test a scelta multipla, o a risposta chiusa, ecc.), rappresenti un ostacolo e se possa essere sostituito da altre forme di valutazione scritta o altre prove equipollenti. Inoltre, nello svolgimento della prova scritta o orale, è possibile prevedere una riduzione quantitativa (non qualitativa) o, in alternativa, se trattasi di prova scritta, un tempo aggiuntivo, fino a un massimo del 30%. Infine, nella valutazione delle prove scritte, è possibile richiedere di considerare i contenuti piuttosto che la forma e l’ortografia.

Non sono previste riduzioni di programma, ma solo semplificazioni: se il programma appare troppo ampio, è possibile prevedere più verifiche parziali suddividendo il programma in più parti, in un numero adattato alla capacità di studio dello studente. La registrazione degli esiti dei parziali potrà avvalersi anche della registrazione in Esse3, usando la funzione “nuova prova parziale”. Queste prove parziali possono essere fissate anche fuori periodo di esame, in funzione delle esigenze di verifica dello studente.

E’ in fase di avvio la stesura di un Piano Individualizzato per ciascuno studente certificato: si tratta di un documento che descrive il profilo di funzionamento dello studente (con eventuali punti di forza e di debolezza, lo stile di apprendimento e le metodologie didattiche e valutative che potranno essere utilizzate: le strategie compensative, le misure dispensative ed i servizi). Il Piano Individualizzato potrà essere sottoposto a revisione e aggiornamento annuale o in qualsiasi momento se ne sollevi la necessità, anche in considerazione di eventuali aggiornamenti diagnostici  e dunque dell’aggravamento o del miglioramento della condizione.

Per maggiori informazioni, consulta le FAQ e le Linee Guida per la gestione didattica in presenza di disabilità e DSA.

Se non possiedi ancora un piano individualizzato, puoi fare richiesta di misure in vista dell’esame mediante la richiesta" Trattamento Didattico Individualizzato per Studenti con disabilità e /o con disturbi del neurosviluppo", avendo cura di contattare il Referente di Dipartimento per la disabilità.

Azioni sul documento

published on 24/03/2021 ultima modifica 09/05/2022