Documenti necessari per vivere in Italia

Per vivere in Italia sono necessari i seguenti documenti:

CODICE FISCALE

E’ uno strumento di identificazione del cittadino rilasciato dal Ministero delle Finanze.
Serve per diverse pratiche, per esempio completare l’immatricolazione, ma anche per aprire un conto corrente bancario, richiedere la tessera sanitaria o firmare un contratto d’affitto.
I cittadini residenti all’estero, possono richiederlo alla rappresentanza diplomatico-consolare italiana nel paese di residenza.
In Italia si può richiedere al più vicino “Ufficio delle Entrate” della città in cui risiede, presentandosi personalmente con il passaporto valido.
E' sufficiente il passaporto per i cittadini EU o di uno dei seguenti paesi: Andorra, Argentina, Australia, Bolivia, Brasile, Brunei, Canada, Cile, Cina, (solo Hong Kong e Macao), Sud Corea, Costa Rica, Croazia, Ecuador, El Salvador, Guatemala, Honduras, Israele, Giappone, Messico, Monaco, Nicaragua, Nuova Zelanda, Panama, Paraguay, San Marino, Singapore, USA, Vaticano e Venezuela.
I cittadini non-EU devono portare anche la ricevuta di richiesta del permesso di soggiorno.

ASSICURAZIONE SANITARIA

Avere un’assicurazione sanitaria valida per l’Italia è importantissimo ed è necessaria per richiedere il permesso di soggiorno entro 8 giorni dall’arrivo nel Paese.
Può essere stipulata una polizza assicurativa nel paese d’origine e convalidata dalla Rappresentanza italiana prima della partenza, in alternativa si possono scegliere due opzioni:

A) Servizio Sanitario Nazionale

Il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) fornisce assistenza sanitaria completa: è possibile scegliere un medico curante di riferimento, che si occuperà gratuitamente dei problemi di salute e prescriverà i farmaci, esami ed eventuali visite specialistiche.
Validità: anno solare
Per iscriversi al SSN è necessario:
1. compilare e pagare all’ufficio postale un bollettino di pagamento di 149,77 Euro (costo del servizio valido per l’anno solare) e scrivere nello spazio dedicato alla causale: iscrizione volontaria al SSN;
2. rivolgersi all’ufficio ASL (Azienda Sanitaria Locale) più vicino alla residenza (gli indirizzi sono disponibili sul sito www.salute.gov.it/ Servizio Sanitario Nazionale) presentando:
per i cittadini EU :
- ricevuta di pagamento
- la tessera TEAM/EHIC o del Modello E106 forniti dal proprio Paese d’origine
per i cittadini non-EU:
- ricevuta di pagamento
- codice fiscale
- passaporto
- ricevuta della richiesta del permesso di soggiorno rilasciata da Poste Italiane
- autocertificazione di residenza o dimora
- autocertificazione attestante l’iscrizione all’Università

B) Polizza privata

E’ possibile stipulare una polizza sanitaria privata pari alla durata del corso di studi, che copra tutti i rischi, e del relativo certificato di conformità alla legge italiana firmato dalla compagnia di assicurazione che non prevede l’iscrizione al SSN né la scelta del medico.

Attenzione! Le polizze sanitarie private di norma prevedono che lo studente paghi le spese e poi chieda il rimborso alla compagnia assicurativa. Quando acquisti la polizza verifica con attenzione le modalità e i limiti dei rimborsi. Ricordati che le spese sanitarie da anticipare potrebbero essere molto alte, ad esempio in caso di ricovero ospedaliero.

 

PERMESSO DI SOGGIORNO

Prima richiesta
I cittadini non-EU devono richiedere il permesso di soggiorno, entro 8 giorni dall’ingresso in Italia seguendo la nuova procedura sul Portale Immigrazione. Si può ritirare presso gli uffici postali convenzionati (Sportello Amico) il kit, cioè una busta che contiene i moduli e le istruzioni per la compilazione . SI dovrà compilare e presentare il kit di richiesta di permesso di soggiorno a uno degli uffici postali che espongono il logo “Sportello amico” insieme a:

1. fotocopia del passaporto (solo le pagine con i dati anagrafici e il visto)
2. quattro fotografie formato passaporto
3. documentazione relativa al corso di studi prescelto con specifica della durata e timbro della Rappresentanza diplomatica italiana che ha rilasciato il visto
4. copia della ricevuta di pagamento dell’assicurazione sanitaria, valida per la durata del permesso di soggiorno.

Rinnovo
Per rinnovare il permesso di soggiorno è necessario compilare il kit di richiesta, specificando che si tratta di un  rinnovo. Il kit si può trovare presso gli uffici postali che espongono il logo “Sportello amico” ai quali deve essere restituito insieme ai seguenti documenti:
1. fotocopia del passaporto (solo le pagine con i dati anagrafici e il visto)
2. copia del permesso di soggiorno
3. copia della documentazione che attesta la disponibilità di adeguate risorse finanziarie, ad esempio il certificato che attesta il possesso di una borsa di studio o il conto corrente
4. certificato di iscrizione con gli esami sostenuti
5. copia della ricevuta di pagamento dell’assicurazione sanitaria.

Attenzione: È meglio iniziare le procedure di rinnovo 60 giorni prima della scadenza.

 

Cittadini europei

Per i cittadini EU non serve un permesso di soggiorno. E’ possibile soggiornare in Italia fino a tre mesi senza formalità purché in possesso di un documento di identità valido per l’espatrio.  Dopo tre mesi dall’ingresso è necessario registrarsi all’Ufficio Anagrafe del Comune della città in cui si vive. All’Ufficio Anagrafe è necessario presentare:

  1. passaporto o carta d’identità;
  2. autocertificazione che attesti l’iscrizione all’Università;
  3. fotocopia della documentazione che attesta la disponibilità di adeguate risorse finanziarie, ad esempio la certificazione del possesso di una borsa di studio o del conto corrente;
  4. copia della ricevuta di pagamento dell’assicurazione sanitaria.

 

APERTURA CONTO CORRENTE

Il conto corrente è a tutti gli effetti un contratto con la banca che consente di gestire i propri soldi e usufruire dei vari servizi offerti, come possedere una carta di debito, una carta di credito, fare operazioni di internet banking o avere a disposizione un libretto degli assegni. Tutte le operazioni che è possibile effettuare saranno comunque descritte nel contratto e nel Foglio Informativo che verrà rilasciato dalla banca al momento della sottoscrizione. Se l’apertura di un conto corrente è gratuita, mantenerlo in genere presenta dei costi, come un canone periodico per il conto stesso o per la carta di credito.

Per questo, al momento della scelta della migliore banca per aprire un conto corrente, è opportuno informarsi bene sui costi.

Che documenti occorre fornire all’apertura di un conto corrente

Una volta scelta la banca migliore per aprire il nostro conto corrente, dovremo solo procurarci:

  • una copia della Carta di Identità in corso di validità;
  • una copia del Codice Fiscale, anche questo in corso di validità;
  • un certificato di residenza, nel caso in cui la nostra banca ce lo chiedesse;
  • permesso di soggiorno per i cittadini extra Ue/ o ricevuta della richiesta permesso di soggiorno rilasciata da Poste Italiane.

Per aprire il conto corrente bancario è necessario:

  • avere almeno 18 anni;
  • non essere incorsi in fallimenti commerciali;
  • depositare una piccola quota iniziale.

Attenzione: La maggior parte degli sportelli bancari è aperta dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 15 alle 16.

 

Azioni sul documento

published on 09/10/2020 ultima modifica 09/05/2022