ABBREVIAZIONE DI CORSO

La domanda di abbreviazione  di corso può essere presentata nel caso in cui un titolo accademico estero non sia riconosciuto integralmente dall'Università italiana o nel caso in cui lo studente abbia frequentato un corso di studio all’estero senza ottenere il titolo accademico finale.

Ti ricordiamo che

  • la domanda viene valutata dal Consiglio di corso studio competente. Il Consiglio di corso di studio decide eventuali riconoscimenti e, conseguentemente, la collocazione in un anno di iscrizione successivo al primo. Non è possibile rinunciare ai crediti riconosciuti nella delibera del Consiglio di corso di studio;
  • la domanda va presentata al momento dell’immatricolazione o in seguito compilando l’apposito modulo fornito dalle segreterie studenti di riconoscimento crediti;
  • la domanda va presentata alla Segreteria Studenti competente per il corso di studio a cui sei immatricolato.
  • la domanda una volta presentata alla Segreteria Studenti non potrà più essere ritirata indipendentemente dall’esito della delibera di riconoscimento;
  • il riconoscimento di crediti può avere effetto su tutte le valutazioni di merito richieste per l’accesso ai benefici di diritto allo studio;
  • in esito alla richiesta di riconoscimento di crediti potrà essere modificato l’importo delle contribuzioni studentesche calcolate per l’anno accademico di riferimento; devono infatti essere soddisfatti i requisiti previsti dal Regolamento delle contribuzioni studentesche e descritti sul Portale d’Ateneo alla pagina Tasse.
DOCUMENTI DA PRESENTARE
  •  (se chiedi il riconoscimento di un titolo di primo ciclo o di ciclo unico) il titolo estero finale  originale degli studi secondari, tradotto e legalizzato dall’Ambasciata italiana competente e completo di dichiarazioni di valore o attestato di comparabilità Cimea e il titolo accademico estero originale, tradotto e legalizzato dall’Ambasciata italiana competente e completo di dichiarazione di valore o attestato di comparabilità Cimea.
  • (se chiedi il riconoscimento di un titolo di secondo ciclo) i  titoli accademici esteri originali di primo e di secondo ciclo, tradotti e legalizzati dall’Ambasciata italiana competente e completi di dichiarazioni di valore o attestato di comparabilità Cimea;
  • i programmi di studio ufficiali di tutte le attività formative sostenute per il conseguimento del titolo accademico estero, con traduzione in lingua italiana. I programmi devono essere accompagnati da una dichiarazione dell’istituzione di provenienza a conferma della loro autenticità e corrispondenza alle attività sostenute dallo studente; tale dichiarazione deve indicare il numero delle pagine e deve essere unita al plico dei programmi, timbrata, firmata e legalizzata. In alternativa, tutte le pagine devono essere timbrate, firmate e legalizzate;
  • il certificato attestante gli esami superati in originale, legalizzato e tradotto dall’Ambasciata d’Italia competente. Attenzione: il Diploma Supplement contenente l’elenco degli esami sostituisce il certificato attestante gli esami superati;

 

Azioni sul documento

pubblicato il 15/09/2020 ultima modifica 09/05/2022