Risultati di apprendimento attesi

Area di apprendimento linguistica

Conoscenza e comprensione

Il laureato: 
- possiede una avanzata capacità di comprensione ed espressione orale e scritta, nonché di riflessione metalinguistica, in almeno due lingue straniere, oltre all'italiano; 
- conosce a livello intermedio una terza lingua straniera;
- ha acquisito competenze nell'ambito degli studi teorici sul linguaggio, anche in relazione ai problemi del plurilinguismo, alle tematiche sociolinguistiche e alle politiche linguistiche, ai processi cognitivi dell'apprendimento linguistico e, più in generale, al ruolo che la dimensione linguistica riveste nel contesto dell'esperienza umana;
- è capace di riconoscere e comprendere la natura storico-culturale dei fenomeni linguistici e di intendere altresì le implicazioni pragmatiche connesse all'uso della lingua come strumento di comunicazione sociale; 
- conosce le problematiche della comunicazione e della mediazione interlinguistica ed interculturale in contesti diversi;
- è consapevole dei rapporti storico-culturali, morfologici, sintattici e pragmatici tra l'ambito della lingua nativa e quello delle lingue studiate;
- conosce le tecniche traduttive per affrontare testi mediamente specialistici.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

L'ambito applicativo delle conoscenze acquisite nell'area linguistica consiste nell'esercizio delle capacità di comprensione ed espressione nelle lingue di riferimento in relazione all'ambito di interazione sociale proprio di tali lingue, ai settori professionali legati al profilo generale del corso di laurea, all'uso di media differenziati per ciascuno di tali ambiti, alle relazioni esistenti tra l'ambito della lingua nativa e quello delle lingue di apprendimento. 
Il laureato è in grado di tradurre testi mediamente specialistici nelle prime due lingue di studio, essendo in grado di orientarsi nel reperimento di strumenti e risorse elettroniche utili per la traduzione di testi di ambiti specifici. Conosce inoltre a livello funzionale una terza lingua straniera.
I metodi di accertamento prevedono prove scritte propedeutiche alla prova orale, secondo il Quadro comune europeo per le Lingue. Non sono esclusi accertamenti e test di autovalutazione, anche somministrati attraverso la piattaforma e-learning di Dipartimento.



Area di apprendimento filologico-linguistica 

Conoscenza e comprensione

Il laureato:
- ha acquisito conoscenze circa i processi attivi nell'evoluzione della lingua, nella formazione delle culture nazionali, nel costituirsi della testualità;
- possiede capacità di orientamento circa gli aspetti morfo-sintattici e storico-linguistici che tali processi assumono alle origini delle lingue di apprendimento; 
- ha acquisito padronanza delle principali linee di sviluppo diacronico delle lingue di studio per l'intendimento delle forme di produzione culturali praticate nei contesti storici e linguistici di riferimento.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

L'ambito applicativo delle conoscenze acquisite nell'area filologico-linguistica coincide con l'esercizio attivo delle tecniche di ermeneutica e critica del testo in uso nelle singole discipline di riferimento, e in ugual misura nello sviluppo di autonome capacità di decostruzione e decodificazione di messaggi a crescente grado di complessità, da quelli destinati a una finalità denotativo-informativa a quelli volti ad alimentare processi più elaborati di significazione simbolica ed estetica. 
Tale esercizio sarà verificato attraverso colloqui ed esami orali.



Area di apprendimento storico-culturale, letteraria e artistica

Conoscenza e comprensione

Il laureato:
- ha una conoscenza generale della cultura, della storia e della letteratura sia italiana che delle lingue di studio;
- applica le proprie conoscenze storico-geografiche, socio-antropologiche, letterarie e artistiche per elaborare percorsi di turismo culturale e sociale in funzione anche della specificità culturale dei destinatari;
- sa muoversi e relazionarsi in contesti eterogenei e multiculturali.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

L'ambito applicativo delle conoscenze storico-culturali ed artistiche e delle relative competenze metodologiche acquisite coincide con l'esercizio di autonome capacità di ermeneutica, decodificazione dei livelli denotativi, performativi e simbolici attinenti all'ambito della testualità e delle arti, decrittazione dei rapporti esistenti tra le forme artistiche e letterarie analizzate e il contesto culturale nel quale esse maturano. Il laureato possiede capacità di orientamento nel contesto storico attuale, ed è in grado di reperire autonomamente la documentazione e gestire le informazioni necessarie all'ambito del turismo culturale e della mediazione interculturale.
È inoltre in grado di interagire, gestire un pubblico, inserirsi prontamente negli ambienti di lavoro, operare con autonomia organizzativa e lavorare in équipe. 
I metodi di accertamento saranno colloqui, eventuali relazioni scritte, lavori di gruppo e poi un esame orale finale.



Area di apprendimento giuridico-economica

Conoscenza e comprensione

Il laureato: 
- conosce le basi delle discipline economico-giuridiche e gli strumenti per la comunicazione e la gestione delle informazioni;
- conosce i profili giuridici ed economici delle attività incentrate sul turismo e sulla comunicazione interculturale; 
- ha acquisito un'ottica plurale e prospettica circa il carattere multiforme delle relazioni umane come si costituiscono sul piano della prassi, nonché un'abitudine a leggere criticamente tali relazioni dal punto di vista delle pratiche di negoziazione che si rendono necessarie per la loro efficace regolamentazione.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Le conoscenze trasmesse dagli insegnamenti compresi nell'area giuridico-economica richiedono di essere applicate sul piano pragmatico della gestione del conflitto e della costruzione di intese volte a facilitare il confronto interculturale, sia in ambito turistico, sia nell'ambito della mediazione internazionale. Più ancora che un corpo organico di pratiche e abilità materiali, il laureato ricaverà dagli insegnamenti impartiti in quest'area un'attitudine di carattere generale alla decodificazione delle relazioni storico-politiche e dei loro profili di conflitto. È inoltre in grado di interagire, gestire un pubblico, inserirsi prontamente negli ambienti di lavoro, operare con autonomia organizzativa e lavorare in équipe. 
Il possesso delle abilità sarà verificato attraverso esami orali, eventuali lavori di gruppo o relazioni.



Area di apprendimento delle scienze sociali e dello spazio 

Conoscenza e comprensione

Il laureato ha:
- acquisito un vasto tessuto di conoscenze relative agli statuti disciplinari delle materie comprese nell'area;
- acquisito una solida capacità riflessiva sui fondamenti metodologici propri delle discipline oggetto di insegnamento; 
- acquisito un'avanzata consapevolezza circa la varietà di tipologie legate alla configurazione e alla costruzione dello spazio geografico; 
- acquisito delle competenze epistemiche necessarie a intendere almeno nelle linee generali la portata delle trasformazioni culturali connesse alla crescente elaborazione dello spazio come agente dello sviluppo storico e sociale.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Oltre che sui contenuti formativi che costituiscono l'oggetto specifico degli insegnamenti impartiti nell'area delle scienze sociali e dello spazio, l'ambito applicativo chiamato in causa da tale area riguarda l'identità stessa del laureato considerato nella sua qualità di operatore nel campo della mediazione tra culture. Tale identità deve necessariamente incentrarsi su una profonda riflessione circa il posizionamento sociale del mediatore, circa lo scarto e la distanza tra i soggetti che intende mettere in relazione, circa la necessità di incorporare e valorizzare criticamente tale scarto nelle pratiche materiali della propria attività.
L'accertamento degli apprendimenti avverrà attraverso esami orali.

Azioni sul documento

published on 25/09/2013 ultima modifica 17/04/2023