Verifica delle conoscenze

La verifica del profitto e quindi l’attribuzione dei crediti avviene attraverso il superamento di un esame o di una idoneità secondo quanto esposto nel manifesto degli studi. Gli accertamenti sono sempre individuali, sono pubblici e sono svolti in condizioni atte a garantire l’approfondimento, l’obiettività e l’equità della valutazione in rapporto con l’insegnamento o l’attività eseguita e con quanto esplicitamente richiesto ai fini della prova.
Ogni Titolare d’insegnamento è tenuto ad indicare, prima dell’inizio dell’anno accademico, e contestualmente alla programmazione didattica, il programma e le specifiche modalità di svolgimento dell’esame previste per il suo insegnamento. Tale programma è pubblicato sul sito del CdS.
La data di un appello d’esame non può essere anticipata ma può essere posticipata per un giustificato motivo. In ogni caso deve esserne data comunicazione agli studenti attraverso il portale ESSE3. I docenti titolari di corsi o moduli potranno anche avvalersi di verifiche in itinere per valutare l’andamento del corso, ma tali verifiche, che sono facoltative, non potranno, in nessun caso, sostituire l’esame finale. Le Commissioni di esame sono costituite da almeno due membri, di cui uno è il Titolare dell’insegnamento.
Gli altri componenti della commissione devono essere docenti o cultori della specifica disciplina. Nel caso di esame comune a più moduli integrati di insegnamento, fanno parte della Commissione tutti i titolari degli insegnamenti.
La votazione finale è espressa in trentesimi. L’esito della votazione si considera positivo ai fini dell’attribuzione dei CFU se si ottiene un punteggio di almeno 18/30. L’attribuzione della lode, nel caso di una votazione almeno pari a 30/30, è a discrezione della Commissione di esame e richiede l’unanimità dei suoi componenti.
Alla fine della prova d’esame, il Presidente della Commissione, informa lo studente dell'esito della prova e della sua valutazione. Durante lo svolgimento della prova d'esame, lo studente può ritirarsi senza conseguenze per la sua carriera. L’avvenuta partecipazione dello studente alla prova d’esame deve essere sempre registrata.
La verbalizzazione dell’esito dell’esame avviene mediante apposita procedura on-line sul sistema ESSE3 e successiva firma digitale dei componenti della Commissione esaminatrice.

La prova finale consiste nella presentazione e discussione di un elaborato scritto individuale (tesi di laurea) il cui contenuto descrive una ricerca bibliografica o un approfondimento di approcci metodologici in uno dei settori scientifico-disciplinari del CdS. Le modalità di svolgimento della prova finale (esame di laurea) sono descritte da un apposito regolamento pubblicato sul sito del CdS.

Azioni sul documento

published on 29/06/2021 ultima modifica 29/06/2021