Prospettive - Biotecnologie Industriali per uno Sviluppo Sostenibile

Il Corso di Studi (CdS) è finalizzato alla formazione di un biotecnologo industriale con conoscenze e competenze trasversali nei vari ambiti applicativi delle biotecnologie industriali nell’ottica generale dello sviluppo sostenibile. Il percorso formativo proposto consente di acquisire conoscenze e competenze spendibili nei settori delle biotecnologie applicate allo sviluppo sostenibile delle produzioni industriali e, a partire dal secondo anno, è diversificato in due curricula di cui uno dedicato alla Agro-industria ed uno alla Bioindustria. Il percorso formativo consente, inoltre, di proseguire gli studi a livello magistrale indirizzandosi verso settori applicativi delle biotecnologie quali l'industriale e ambientale, il farmaceutico e l'agro-alimentare.
Nel rispetto degli obiettivi formativi qualificanti della classe, il corso di Laurea prepara laureati che dovranno possedere un'adeguata padronanza di strumenti e competenze nei diversi settori delle discipline biotecnologiche per risolvere problemi, produrre beni e offrire servizi sostenibili in ambito industriale in una visione di benessere e salute globale (one health). Tali competenze consentono ai laureati di proseguire gli studi indirizzandosi verso aspetti più specifici delle biotecnologie fra cui quelle applicate alle produzioni industriali, alla farmaceutica e all’alimentazione.
La formazione dei laureati comprende anche la conoscenza della lingua inglese in forma scritta e orale almeno a livello QCER B1, con riferimento anche ai lessici disciplinari.

 

Sbocchi occupazionali
I laureati possono essere impiegati
- nella bio-industria;
- nell'industria farmaceutica;
- nell’industria dello smaltimento dei rifiuti;
- nella diagnostica molecolare ambientale;
- nell’agro-industria;
- nell’industria alimentare
- nella produzione sementiera;
- nell’industria che utilizza metodi alternativi di coltivazione
- nei consorzi vivaistici per il monitoraggio dello stato fitosanitario delle produzioni;
- nei servizi di ispezione sanitaria per evitare l’introduzione di specie patogene aliene
- nelle industrie mangimistiche;
- nella ricerca di base in ambito biotecnologico;
- nelle agenzie europee di promozione scientifica;
- nei servizi di monitoraggio e risanamento ambientale;
- nella comunicazione scientifica.
In tali ruoli i laureati saranno anche capaci di completare l'operatività sperimentale con conoscenze su aspetti di regolamentazione brevettuale, bioeconomia e sostenibilità.

Azioni sul documento

published on 29/06/2021 ultima modifica 29/06/2021