Requisiti per l'accesso - BIF

Sono ammessi al Corso di studio i cittadini italiani o stranieri in possesso dei seguenti requisiti:
a. un diploma di Laurea di primo livello rilasciato da qualsiasi Università italiana, ovvero altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto equivalente in base alla normativa vigente, in:
- Biotecnologie (classe L2);
- Scienze biologiche (classe L13);
b. avere acquisito sufficienti conoscenze in biotecnologie delle fermentazioni e farmacologia;
c. conoscenza della lingua Inglese, con livello minimo B2 che dovrà essere attestata da certificazione acquisita esternamente o tramite “placement test” interno.
Potranno essere ammessi i laureati di altre classi di laurea che abbiano acquisito, di norma, almeno 30 CFU negli ambiti disciplinari delle attività formative di base e 24 CFU nelle attività caratterizzanti, fra cui le “Discipline biologiche” o le “Discipline biotecnologiche comuni”, con almeno 6 CFU in biochimica (BIO/10), 6 CFU in biologia molecolare (BIO/11), 6 CFU in genetica (BIO/18) e 6 CFU in Fisiologia (BIO/09) per un totale di almeno 24 CFU.
Lo studente sarà sottoposto a verifica della personale preparazione, effettuata da un'apposita commissione nominata dalla Giunta del Consiglio Interclasse di Biotecnologie. Tale verifica mirerà a valutare, attraverso un colloquio, le conoscenze dei sistemi biologici ed una adeguata conoscenza delle discipline biotecnologiche con finalità specifiche biologico-industriali e/o chimico-farmaceutiche, e valuterà l'eventuale equivalenza dei summenzionati requisiti con i CFU acquisiti.
Le modalità di accesso sono descritte in dettaglio sul Regolamento relativo ai requisiti di accesso.

Azioni sul documento

pubblicato il 13/02/2022 ultima modifica 11/07/2022