Una svolta culturale e linguistica: UniBa ed ENS Puglia celebrano un anno dal riconoscimento della LIS

Comunicato stampa del 18 maggio 2022

In occasione del primo anniversario del riconoscimento della LIS, il Consiglio Regionale ENS Puglia in collaborazione con l’Università di Bari ha deciso di celebrare questa importante conquista storica con un convegno in cui interverranno diversi relatori sordi e udenti tra cui docenti, linguisti, ricercatori, progettisti, professionisti: il tema del riconoscimento della LIS verrà sviscerato in una prospettiva scientifica e professionale accendendo i riflettori sulle prospettive future.

Il 19 maggio 2021 è una data storica per la comunità sorda che merita di essere celebrata: da quel giorno finalmente la Repubblica riconosce, promuove e tutela la lingua dei segni italiana (LIS) e la lingua dei segni italiana tattile (LIST)».

Dopo 12 anni dalla ratifica della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, il nostro Paese ha riconosciuto la Lingua dei Segni Italiana (LIS). La Camera dei Deputati, dopo il via libera alla fiducia posta dal Governo, attraverso il voto finale ha concluso positivamente l’iter di conversione in legge del cosiddetto “Decreto so-stegni” che al suo interno prevede una norma sul riconoscimento della LIS.

E’ stato un riconoscimento molto atteso dalle persone sorde segnanti, dagli interpreti LIS e soprattutto dall’Ente Nazionale Sordi che da anni con impegno e determinazione ha lot-tato duramente per il raggiungimento di questo obiettivo organizzando campagne di sen-sibilizzazione, sit-in, petizioni, convegni, progetti.

Infatti all’interno dell’Unione Europea l’Italia era rimasta l’unico Paese a non aver ricono-sciuto la propria lingua dei segni, contravvenendo in questo modo alle disposizioni della Convenzione ONU che invece richiamano esplicitamente gli Stati parti, da un lato, al rico-noscimento delle lingue dei segni (articolo 21, comma 1 lettera “e”) e, dall’altro, alla pro-mozione, al sostegno e al riconoscimento stesso della specifica identità culturale e lingui-stica della “comunità dei sordi” (art. 24, comma 3, lettera “b” e art. 30, comma 4).

Anche la Regione Puglia a dicembre 2021 ha approvato l’emendamento per la promozione del riconoscimento della LIS promuovendone l’acquisizione, la diffusione, l’uso, insieme alla LIS tattile (LISt). L’obiettivo è favorire l’inclusione e la partecipazione alla vita collet-tiva dei cittadini sordi.

 

 

 

Azioni sul documento

published on 18/05/2022 ultima modifica 25/05/2022 scaduto