Tu sei qui:HomeSimposi

Simposi

Loghi

Il congresso si articolerà in 3 simposi:

Simposio 1 – Comunicazione: dalle molecole alla voce


Chairpersons: Cristina Giacoma (Roma), Ettore Olmo (Ancona)

Comunicare è la proprietà fondamentale del vivente, a partire dalla trasmissione delle informazioni genetiche e dagli scambi di informazione intracellulari, la comunicazione tra cellule rende possibile la riproduzione degli unicellulari e l'esistenza stessa degli organismi pluricellulari. Regola inoltre i rapporti tra viventi appartenenti alla stessa specie permettendone la riproduzione e lo sviluppo delle strutture sociali. Influenza le probabilità di sopravvivenza attraverso la comunicazione interspecifica nelle relazioni tra preda e predatore, parassita e parassitato ect. La comunicazione utilizza canali diversi di tipo chimico, elettrico, visivo ed acustico che richiedono competenze specifiche. Lo studio della diversità ma anche degli aspetti comuni dei meccanismi evolutivi che hanno prodotto le attuali modalità di comunicare è invece un punto comune tra moltissimi, se non tutti gli studiosi del mondo animale.Il simposio intende fare il punto sugli aspetti teorici evolutivi, sulle metodologie innovative applicate allo studio della comunicazione e sulle potenzialità applicative di quanto recentemente scoperto.

 

Simposio 2 – Animali e zuccheri. Il ruolo dei carboidrati nella biologia animale


Chairpersons: Giovanni Scillitani (Bari), Giovanni Bernardini (Varese)

I carboidrati, il cui insieme costituisce il glicoma di un organismo, svolgono numerose funzioni importanti negli animali, quali riserva energetica, interazioni cellulari, osmoregolazione, protezione meccanica e da patogeni, mediazione nei processi di secrezione e assorbimento, locomozione. La caratterizzazione dei vari tipi consente di valutare numerose funzioni e processi, nonché le loro variazioni nello sviluppo, nell’adattamento alle condizioni ambientali, negli stati patologici rispetto a quelli normali. L’approccio comparato tramite il confronto del glicoma di specie diverse consente di avere una visione complessiva più ampia e di chiarire aspetti non immediatamente comprensibili dall’analisi di una sola specie modello. La capacità di formare sistemi altamente ramificati e complessi con proteine e lipidi determina una notevole diversità nel glicoma, che è ancora in buona parte sconosciuta, così come i meccanismi che la determinano. Per tale motivo, la glicomica è un campo in espansione e offre possibilità di ricerca a studiosi di varie competenze. Il simposio si pone due obiettivi: 1) fare il punto delle conoscenze e confrontare le esperienze dei diversi ricercatori, in particolare di coloro che studiano il glicoma con approcci differenti (istochimico, biochimico, fisiologico ecc.); 2) informare coloro che non sono specialisti del campo, in particolare i giovani, delle potenzialità e delle prospettive della ricerca in tale settore.

 

Simposio 3 – Conservazione della fauna in Italia


Chairpersons: Giuseppe Corriero (Bari), Marzio Zapparoli (Viterbo)

La conservazione della fauna dipende dall’adozione di oculate strategie di gestione basate, in prima istanza, sulla conoscenza di molteplici parametri biologici, quali dinamica di popolazione e distribuzione delle specie, diversità, struttura, uso e selezione dell’habitat. Inoltre, di estrema importanza sono gli studi tesi a descrivere l’evoluzione delle comunità animali in funzione dei cambiamenti ambientali sia naturali che di origine antropica, dalle forme dirette di disturbo, ai cambiamenti climatici, fino alla gestione pastorale e selvicolturale del territorio. La raccolta e l’elaborazione d’informazioni relative a tali parametri biologici è vincolata ad un approccio standardizzato che tuttavia negli ultimi anni è andato incontro a notevoli innovazioni tecnologiche e metodologiche.Scopo della sessione è quello di aggiornare le conoscenze sulla conservazione della fauna sul territorio nazionale, con particolare riguardo ad aree geografiche ed habitat meno noti sui quali negli ultimi anni si è concentrato lo sforzo di ricerca, ed alle conseguenze, in termini conservazionistici, derivate da tale attività di ricerca. Particolare attenzione, infine, sarà dedicata all’utilizzo di approcci tecnologici (videofotografia) e metodologici (grandi progettualità e interoperabilità dei data base) innovativi nel contesto nazionale.

Pubblicato il: 02/05/2014  Ultima modifica: 07/05/2014
« gennaio 2019 »
gennaio
lumamegivesado
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031