Strumenti personali
Logotipo di UniBa

Sezioni

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui:HomeDocentiCaputo Annalisa

Annalisa Caputo

foto-caputo.JPG


Telefono:       +390805714374 interno 4374
Dipartimento: Dipartimento di Studi Umanistici (DISUM)
Email:            annalisa.caputo@uniba.it
Settore disciplinare:  M/FIL-01

 

 


Lunedì 22 ottobre la lezione di Didattica della filosofia non avrà luogo perché la prof. Caputo è impegnata nelle sedute di Laurea. Le lezioni riprendono regolarmente martedì 23 ottobre e proseguono, come da calendario, il lunedì pomeriggio e il martedì mattina. 

Il Corso di Didattica della filosofia è utilizzabile anche per il PF24 (area D).

Per il programma, vedere alla pagina: Didattica

La professoressa Caputo riceve gli studenti il lunedì pomeriggio e il martedì mattina, prima e dopo delle lezioni. Resta sempre a disposizione di studenti e laureandi tramite mail istituzionale.

- - - 

NOTE SUI PROGRAMMI 2017-2018:

IL CORSO DI DIDATTICA DELLA FILOSOFIA E' UTILIZZABILE ANCHE PER IL PERCORSO PF24.

Il programma del corso di Didattica della filosofia è stato modificato rispetto a quanto proposto originariamente, per venire incontro alle esigenze del PF24 e alle indicazioni del Decreto legislativo 616 del 10 agosto 2017, n. 616: Art. 3, allegato B.

Pertanto sono stati utilizzati i seguenti testi e documenti:

1) Indicazioni nazionali riguardanti gli obiettivi specifici di apprendimento in relazione alle attività e agli insegnamenti compresi nel piano degli studi previsto per i licei (MIUR, 2010): http://www.indire.it/lucabas/lkmw_file/licei2010/indicazioni_nuovo_impaginato/_decreto_indicazioni_nazionali.pdf

-  Allegato A: Nota introduttiva alle Indicazioni nazionali riguardanti gli obiettivi specifici di apprendimento, pp. 5-10.

-  Dall’allegato B: Filosofia: Linee generali e competenze. Obiettivi specifici di apprendimento, pp. 20-22.

2) Orientamenti per l’apprendimento della filosofia nella società della conoscenza (MIUR, ottobre 2017) – a cura del ‘gruppo tecnico-scientifico di Filosofia’ del MIUR: http://www.miur.gov.it/-/documento-orientamenti-per-l-apprendimento-della-filosofia-nella-societa-della-conoscenza 

3) Insegnare filosofia. Modelli di pensiero e pratiche didattiche, a cura di L. Illetterati, UTET, Torino, 2007: pp. IX-XXVII; 5-18 (Introduzione di L. Illetterati e saggio di E. Berti).

4) A. Gaiani, Il pensiero e la storia. L’insegnamento della filosofia in Italia, CLEUP, Padova, 2014, pp. 21-46; PP. 121-130; 218-225; 240-253.

5) R.M. Baldassarra, A. Caputo, F. De Natale, A. Mercante, Un pensiero in gioco. Storie, teorie ed esperienze di didattica ludica, Stilo, Bari, 2011, pp. 61-85; 93-132.

6) J. Rohbeck, Trasformazioni didattiche, in “Logoi.ph”, I, 1, 2015, pp. 147-160 (on line)

7) A. Caputo, Un insegnamento filosofico per competenze e competente? La Didattica della filosofia e l'Università. Alcune proposte, in “Logoi.ph”, III, 8, 2017, pp. 224-238 (on line)

8) M. Trombino, Gli esercizi di filosofia: una proposta di classificazione, in Filosofia per tutti. La filosofia per la scuola e la società del 2000, a cura di M. De Pasquale, Franco Angeli, Milano, 2001, pp. 247-313.

Il corso prevede laboratori pratici che serviranno da esonero parziale rispetto all'esame finale. 

Per i non frequentanti, in aggiunta:

E. Ruffaldi, Insegnare filosofia, Nuova Italia, Firenze, 1999

Filosofia per tutti. La filosofia per la scuola e la società del 2000, a cura di M. De Pasquale, Franco Angeli, Milano, 2001 (interamente).

A. Caputo, Per una rilettura ragionata dei recenti ‘Orientamenti per l’apprendimento della filosofia nella società della conoscenza’. Possibilità e criticità della proposte, in “Logoi.ph”, III, 9, 2017, pp. 425-450 (on line)

Si ricorda che quanti non hanno i due terzi di presenze sono in ogni caso tenuti a portare il programma da non frequentanti. Per eventuali dubbi è sempre bene contattare la Docente prima dell'esame. 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

LINGUAGGI DELLA FILOSOFIA

Il programma (effettivamente svolto durante il corso) di Linguaggi della filosofia 2017-2018 è il seguente: 

‘Essere e tempo’ di Heidegger (una qualsiasi edizione italiana; si consiglia, in ogni caso, la nuova ed. a cura di F. Volpi sulla versione di P. Chiodi, Longanesi, Milano): Nota preliminare e motto introduttivo; §§ 1-2; 4-6; 8-10; 12-15; 25-27; 29; 31-32; 34-41; 47-58; 60-62; 65; 68a; 72; 74-75; 79-81 (il trattino ovviamente indica da-a). 

Testi di supporto, obbligatori per gli studenti non frequentanti sono: 

- A. Caputo, Essere e tempo. Una interpretazione didattica, in  “Logoi.ph” (www.logoi.ph), III, 9, 2017, ‘Heidegger e i linguaggi’ (sezione: Didattica), tutte e otto le schede

- A. Fabris, Essere e tempo di Heidegger. Una introduzione alla lettura, Carocci, Roma, 2010

- C. Esposito, Introduzione a Heidegger, Il Mulino, Bologna, 2017 (fino a p. 93)

- A. Caputo, Pensiero e affettività. Heidegger e le ‘Stimmungen’ (1889-1928), F. Angeli, Milano, 2001

Inoltre gli studenti porteranno all'esame un percorso a scelta sul dialogo tra il linguaggio filosofico di Essere e tempo e gli altri linguaggi (arte, musica, cinema, poesia, ecc.), che potrà prendere

- o prendere spunto da quanto 'visto' e discusso durante le lezioni
- oppure potrà essere preso dal numero monografico della rivista: “Logoi.ph” (www.logoi.ph), III, 9, 2017, ‘Heidegger e i linguaggi’ (un saggio a scelta per i frequentanti; due a scelta per i non frequentanti). 


Si ricorda che quanti non hanno i due terzi di presenze sono in ogni caso tenuti a portare il programma da non frequentanti. Per eventuali dubbi è sempre bene contattare la Docente prima dell'esame. 

Pubblicato il: 02/09/2013  Ultima modifica: 16/10/2018