Tu sei qui:Home / Notizie / Seminario 'Valorizzazione dei titoli di migranti e rifugiati' - Cerimonia per la laurea del I studente-rifugiato di Uniba - 19 novembre 2019

Seminario 'Valorizzazione dei titoli di migranti e rifugiati' - Cerimonia per la laurea del I studente-rifugiato di Uniba - 19 novembre 2019

Strumenti per l’integrazione accademica e l’inclusione lavorativa

 

Si aprirà alle 14.30 con la cerimonia di consegna della pergamena di laurea al primo studente-rifugiato dell’Università di Bari Aldo Moro il seminario sulla “Valorizzazione dei titoli e delle competenze di migranti e rifugiati. Strumenti per l’integrazione accademica e l’inclusione lavorativa” che si svolgerà il 19 novembre nell’Aula Magna dell’Ateneo.

A consegnare il titolo, il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro Stefano Bronzini alla presenza di Crui, Andisu, Regione Puglia e Comune di Bari. 

All’incontro con la stampa anche Chiara Finocchietti, vicedirettrice del Cimea -Centro di Informazione sulla Mobilità e le Equivalenze Accademiche e Antonio Di Muro delegato Unchr che presenterà il Manifesto per le Università Inclusive che l’Università di Bari ha sottoscritto il 31 ottobre.

Successivamente, il seminario “Valorizzazione dei titoli e delle competenze di migranti e rifugiati. Strumenti per l’integrazione accademica e l’inclusione lavorativa” presenterà esperienze di inclusione e integrazione accademica promosse dalle università italiane, oltre che le esperienze di valutazione delle credenziali educative da parte di enti di ricerca, università, ministeri e istituzioni evidenziando la connessione con i servizi di Individuazione, Validazione e Certificazione (IVC) delle competenze ai sensi del Decreto 13/2013. 

Gli interventi programmati affronteranno il tema del “Riconoscimento titoli dei rifugiati: l’esperienza del Cimea” con
 Silvia Bianco, senior adviser del Cimea, il Centro di Informazione sulla Mobilità e le Equivalenze Accademiche; L’esperienza di valorizzazione dei rifugiati in Lumsa” con Paola Benevene, Lumsa e Direttivo Ruiap; “Il percorso di officina delle competenze sul tema dell’Ivc per i migranti e i rifugiati” con Gianni Biagi, presidente di Officina delle Competenze e Lucia Scarpitti del Comitato direttivo dell’associazione che promuovere il costituendo Sistema Nazionale di Certificazione delle Competenze.

Le docenti del Dipartimento Forpsicom e componenti del Centro di Apprendimento Permanente dell’Università di Bari Amelia ManutiSerafina Pastore e Fausta Scardigno, presidente del C.A.P. di Uniba, presenteranno l’esperienza maturata in questi anni dal Centro di servizi d’Ateneo (tema del volume “Migranti, Rifugiati, Università. Prove tecniche di Certificazione” appena pubblicato), e che è stata illustrata nei giorni scorsi nel Seminario Eucen 2019 “Learning for Entrepreneurship: A Global Citizen perspective” che si è tenuto a Barcellona.  

Sempre a Barcellona l’esperienza del C.A.P. di Uniba è stata premiata nell’ambito del concorso internazionale “Vince - Validation for Inclusion of New Citizens of Europe” promosso da Eucen, la rete europea di formazione universitaria continua, quale best practice italiana insieme a due progetti di Austria e Portogallo.

Il seminario pubblico sulla valutazione delle competenze dei migranti e dei rifugiati, sarà preceduto in mattinata da un workshop tecnico riservato a project manager/coordinatori di enti erogatori di servizi di IVC, sul tema “Individuazione, Validazione e Certificazione delle competenze di migranti e rifugiati” che intende promuovere le pratiche di IVC realizzate sul territorio italiano, anche in attuazione dei progetti FAMI, per facilitare il confronto tra gli operatori sulle modalità d’intervento e le problematiche specifiche dell’erogazione dei servizi rispetto al target dei migranti. 

Pubblicato il: 18/11/2019  Ultima modifica: 30/09/2020