Tu sei qui:Home / Notizie / Palimpsest: arte, tradizioni e identità locali

Palimpsest: arte, tradizioni e identità locali

E' stato presentato il Concorso “Art Palimpsest” nell’ambito del Progetto: “PALIMPSEST – Post ALphabetical Interactive Museum using Participatory, Space-Embedded, Story-Telling”.
 
“L’idea è quella di realizzare un nuova modalità di museo urbano, museo all’aperto, che possa essere fruibile dai cittadini e utile al fine di far emergere le tradizioni e l’identità di un luogo, attraverso il coinvolgimento di studenti delle scuole elementari, ma anche di artisti del luogo”. È quanto ha dichiarato il coordinatore scientifico del progetto Palimpsest, prof. Giuseppe Pirlo, nel corso della conferenza stampa che si è tenuta presso la sede della Città metropolitana di Bari.

Nasce, così, un’intesa di programma tra l’Università di Bari e l’Accademia delle Belle Arti del capoluogo pugliese, nell’ambito del progetto di cooperazione PALIMPSEST – Post ALphabetical Interactive Museum using Participatory, Space-Embedded, Story-Telling – Cooperation Programme Interreg V/A Greece – Italy (EL–IT) 2014-2020, cofinanziato dal Programma Interreg V-A Grecia – Italia 2014 – 2020 dall’Unione Europea, dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (E.R.D.D.F.) e dai Fondi Nazionali di Grecia e Italia.

“I giovani pugliese e i giovani greci hanno lo stesso codice di linguaggio che è quello dato dalla tecnologia”, dichiara Giancarlo Chielli, direttore dell’Accademia delle Belle Arti di Bari.

L’intesa tra i due Enti accademici si avvia con la pubblicazione del concorso “Art Palimpsest”, aperto ai giovani artisti, a partire dal 23 dicembre 2019, i cui termini di procedimento, insieme ai dettagli del progetto, sono descritti sul web site dell’Accademia delle Belle Arti.

PALIMPSEST vede come partner il Centro per l’Apprendimento Permanente dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e la Provincia di Lecce per l’Italia, la Facoltà di Belle Arti dell’Università di Ioánnina (Lead partner) e la Regione dell’Epiro, per la Grecia.

Il Progetto si pone due obiettivi fondamentali: sviluppare un’esperienza museale interattiva e a cielo aperto, facendo emergere strati dimenticati del passato delle città, e rivitalizzare gli spazi urbani per attrarre un turismo di qualità. A tale scopo il progetto mira alla valorizzazione del patrimonio culturale attraverso l’uso di tecnologie digitali, in grado di restituire alle nuove generazioni – filtrate dalla sensibilità di artisti - i racconti, le storie e le tradizioni del passato, rendendole fruibili open–air negli spazi pubblici urbani.
 
PALIMPSEST vede anche la collaborazione dell’Ufficio Scolastico Regionale che coinvolgerà alcuni istituti scolastici della città di Bari per la raccolta di storie e racconti da parte degli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado, attraverso l’ascolto intergenerazionale di familiari, genitori e nonni.

Nel corso della conferenza stampa, è stato siglato, inoltre, il protocollo d’intesa tra Regione Puglia, Città Metropolitana e Accademia delle Belle Arti, per la definizione e l’attuazione di modelli e pratiche di tutela, valorizzazione e promozione della bellezza del territorio, del paesaggio e dell’ambiente attraverso l’arte e la cultura.     
 
Clicca su questo link per saperne di più: https://www.youtube.com/watch?v=MVMBZqJzXVw&feature=youtu.be

Pubblicato il: 21/12/2019  Ultima modifica: 30/09/2020