Tu sei qui:Home / Ateneo / Sedi e strutture / Sistema Museale di Ateneo / Eventi / Eventi 2021 / #disegnidartista - maschere

#disegnidartista - maschere

Tartaruga marina

 

La naturalista e artista Dalila Giacobbe ha scelto di disegnare Caretta caretta, la tartaruga marina più comune del Mar Mediterraneo.

Vive in mare aperto e raggiunge la superficie solo per respirare.

In estate le femmine emergono dalle acque per raggiungere la spiaggia che scelgono per deporre le uova.

Scavano delle grandi buche nella sabbia utilizzando le loro zampe posteriori e, dopo la deposizione, fino a quasi 200 uova bianche della dimensione di palline da ping pong, ricoprono tutto con cura per mantenere una temperatura costante durante l’incubazione e per proteggere le uova dai predatori.

Dopo la schiusa delle uova solo una parte dei rettili neonati raggiunge il mare e sopravvive fino all’età adulta.

Una tartaruga adulta può essere lunga fino a 140 cm. e pesare anche 160 kg.

 

 

Falco grillaio

 

La naturalista e artista Dalila Giacobbe ha scelto di disegnare un maschio di Falco grillaio, caratteristico dell’area murgiana fra Puglia e Basilicata, ritratto nella posizione dello spirito santo. Una tecnica di caccia in cui il falchetto resta sospeso in aria ad osservare il suolo, effettuando piccoli battiti delle ali e tenendo la coda aperta a ventaglio per sfruttare al meglio il vento.

Il Falco grillaio, Falco naumanni, è un falco di piccole dimensioni, la sua apertura alare è di circa 70 cm.

È un uccello migratore, sverna in Africa subsahariana e nidifica nei paesi del Mediterraneo. I suoi habitat sono steppe, prati e coltivazioni dove trova abbondante cibo. Si nutre principalmente di insetti come cavallette e coleotteri e occasionalmente di lucertole e piccoli roditori.

Vive a stretto contatto con l’uomo, vive in colonie più o meno numerose e nidifica sotto le tegole dei tetti o in qualsiasi buco o fessura delle mura di case e monumenti.

È una specie protetta e le popolazioni apulo-lucane sono considerate fondamentali per la conservazione di questo rapace.

 

 

 

Orchidea

 

La naturalista e artista Dalila Giacobbe in questa maschera di carnevale interpreta un’orchidea del genere Ophrys mettendo in evidenza il grande labello.

Il labello è il petalo più grande di questi fiori e la sua forma e la sua colorazione cambiano a seconda delle diverse specie.

Il labello attira l’insetto impollinatore, generalmente un maschio che viene ingannato dalla sua forma e dal colore che gli ricordano la femmina della sua specie.

Ogni fiore possiede organi femminili e organi maschili e il polline è racchiuso in una massa a forma di clava che si attacca alla testa degli insetti permettendo così l'impollinazione dei fiori che visitano.

Moltissime orchidee spontanee sono specie protette e la loro presenza in un territorio indica un buono stato di conservazione. In Puglia si contano circa cento specie diverse di cui ben 85 sul Gargano.

I loro habitat sono steppe, radure, ma anche bordi delle strade di campagna e in campi lasciati incolti.

 

 

Pubblicato il: 08/02/2021  Ultima modifica: 22/02/2022