Tu sei qui:HomeSolidarietà alla famiglia per donazione organi congiunto scomparso

Solidarietà alla famiglia per donazione organi congiunto scomparso

Comunicato stampa del 4 febbraio 2019
Solidarietà alla famiglia per donazione organi congiunto scomparso

Il rettore Antonio Uricchio e la comunità accademica dell’Università di Bari esprimono sentimenti di sincero  e  profondo cordoglio alla famiglia di un nostro collega che prestava servizio nella sede di Brindisi, prematuramente strappato agli affetti a seguito di una ischemia cerebrale.

Allo stesso tempo ringraziano la coniuge e i 4 figli  per aver deciso di donare reni, fegato e cornee del loro congiunto  che hanno consentito,  anche grazie alle equipe mediche, di ridare una speranza di vita degna  di essere vissuta a persone che soffrono, senza conoscerle.
Un gesto, un orizzonte di alta testimonianza morale che consente a ogni essere umano di percepire il valore assoluto della donazione.

Rettore e Preside della scuola di medicina, da tempo impegnati nel coordinamento regionale  per la donazione di organi, proporranno al senato accademico la concessione del sigillo alla memoria per il grande gesto di coraggio e di incontenibile amore.

Pubblicato il: 04/02/2019