Tu sei qui:Home / Ateneo / Rettorato / Ufficio Stampa / Comunicati stampa / Anno 2022 / Un “Nuovo Grano” per la valorizzazione delle produzioni di grano duro pugliesi

Un “Nuovo Grano” per la valorizzazione delle produzioni di grano duro pugliesi

Comunicato stampa dell'11 maggio 2022
Un “Nuovo Grano” per la valorizzazione delle produzioni di grano duro pugliesi

Grazie ad un progetto di ricerca portato avanti dal Dipartimento di Scienze Agro Ambientali e Territoriali (DISAAT) dell’Università di Bari Aldo Moro negli agriturismi Murà, Masseria Revinaldi e Tenuta Civitelluzza, in collaborazione con Coldiretti Bari e Terranostra Puglia, associazione agrituristica e ambientale, è stato presentato il Nuovo Grano verde, "Freekeh", che gli agricoltori della Murgia stanno testando grazie al progetto di ricerca 'NewGrain.

Si tratta di  un grano duro raccolto prima della maturità che bruciato, essiccato al sole e macinato produce una 'semola' dai mille usi in cucina. 

“La finalità del progetto New Grain è la valorizzazione delle produzioni di grano duro delle aree marginali della regione attraverso l’utilizzo di varietà di frumento duro naturalmente ricche di composti bioattivi, con basso indice glicemico e ridotto carico tossico per soggetti allergici/ipersenibili al glutine che rappresenta uno degli elementi più originali del progetto. Da qui l’idea di recuperare quest’antica tecnica, adattarla alle esigenze locali, e inserire il risultato finale come prodotto di punta e caratterizzante gli agriturismi pugliesi”, ha spiegato Agata Gadaleta, professore associato di Genetica Agraria DISAAT di UniBa, responsabile scientifico del progetto.

Pubblicato il: 11/05/2022 
archiviato sotto: Bacheca - Homepage