Strumenti personali

Logotipo di UniBa

Sezioni

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui:Home / Ateneo / Rettorato / Ufficio Stampa / Comunicati stampa / Anno 2019 / La sicurezza al centro delle iniziative degli informatici baresi

La sicurezza al centro delle iniziative degli informatici baresi

Comunicato stampa del 26 settembre 2019
La sicurezza al centro delle iniziative degli informatici baresi

La sicurezza al centro delle iniziative degli informatici baresi. Cyber security e apprendimento automatico delle macchine sono state i temi di un importante workshop internazionale organizzato da due docenti dell’Uniba in Germania.


L’attenzione dell’Università di Bari e dei docenti del dipartimento di Informatica è sempre più rivolta verso la sicurezza. La Conferenza europea di Machine learning (apprendimento automatico) e Knowledge Discovery (estrazione di informazioni da grandi quantità di dati), la più importante a livello continentale su questi temi, ha posto al centro di un suo workshop la cyber security (la sicurezza informatica). Il workshop è stato organizzato tra gli altri dai docenti baresi Annalisa Appice e Donato Malerba, del gruppo di ricerca KDDE, in Germania all’Università di Würzburg e si è tenuto il 20 settembre.

“L’intelligenza artificiale va all’attacco del mondo cyber”, spiega la professoressa Appice. In pratica l’apprendimento automatico delle macchine verrà sempre più utilizzato per migliorare la nostra capacità di rispondere agli attacchi informatici. Oggi gli attacchi informatici mettono in pericolo la nostra privacy e le nostre aziende. Gli obiettivi degli hacker sono le truffe, lo spionaggio industriale, ma anche il condizionamento dell’opinione pubblica. Un domani però potrebbero prendere di mira i veicoli o servizi importanti, in un mondo sempre più connesso alla rete. Tutto ciò che è collegato al web potrebbe essere vulnerabile sia per comportamenti sbagliati degli utenti, sia per programmi che hanno sottovalutato possibili attacchi.

Le macchine grazie alle loro grandi capacità di calcolo useranno sempre più gli algoritmi per trovare anomalie in vaste quantità di dati. Una anomalia potrebbe significare una minaccia. Per questo grazie al machine learning sarà possibile sempre più prevenire e accorgersi in tempo di minacce informatiche. Gestendo dunque la situazione velocemente.

Il workshop è stata una occasione per tanti esperti europei e non solo di comunicare i propri progressi in questo campo. L’attenzione etica dei professori organizzatori ha anche suggerito l’organizzazione durante l’evento di un momento di riflessione per rispondere alla domanda: che impatto può avere l’uso di machine learning in questo campo? Potrebbe rafforzare chi agisce per attaccare oltre che chi lavora per difendere?

Si tratta di un campo nel quale i professori di informatica dell’UniBa profondono molta attenzione. La professoressa Annalisa Appice dichiara che sono diversi i suoi studenti che a Taranto stanno affrontando il tema del machine learning per la cyber security nelle tesi di laurea. Inoltre con una ricercatrice, la dottoranda Giuseppina Andresini, la professoressa Appice si sta interessando all’uso del deep learning per la sicurezza informatica. Il Deep learning è un settore del machine learning che si ispira al funzionamento del cervello umano e della sua rete neuronale per risolvere problemi complessi. Un team quello di Appice e Andresini tutto femminile che si sta occupando di un settore affascinate e interessante per il futuro della sicurezza del nostro sistema paese. Un incoraggiamento per le “coding girls” (ragazze che programmano), in attesa dell’evento, che sarà ospitato a novembre dal Dipartimento di Informatica dell’Uniba,  dedicato al superamento dei pregiudizi di genere nel mondo delle materie scientifiche e tecnologiche.

La sicurezza al centro delle iniziative degli informatici baresi

Pubblicato il: 26/09/2019 
archiviato sotto: Bacheca - Homepage