Strumenti personali
Logotipo di UniBa

Sezioni

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui:HomeAteneoRettoratoUfficio StampaComunicati stampaAnno 2019Giornata Mondiale contro l'Ipertensione Arteriosa

Giornata Mondiale contro l'Ipertensione Arteriosa

Comunicato stampa del 16 maggio 2019
Giornata Mondiale contro l'Ipertensione Arteriosa

XV Giornata Mondiale contro l’Ipertensione Arteriosa

“Malattia Ipertensiva 2019: Eziologia e danno d’organo”

Territorio ed esperienze, progressi e nuove prospettive

Aula De Benedictis – Policlinico

Bari, 18 maggio 2019 ore 10.00


Sabato 18 maggio 2019, a partire dalle ore 9.00, presso l’Aula De Benedictis del Policlinico di Bari, si discuterà di “Malattia ipertensiva 2019: eziologia e danno d’Organo – Territorio ed esperienze, progressi e nuove prospettive”.

La malattia ipertensiva rappresenta in Italia il più rilevante fattore di rischio per infarto miocardico e/o cerebrale (prime due cause di morte nella nostra penisola), scompenso cardiaco, insufficienza renale cronica e/o fibrillazione atriale.

Più del 30% della popolazione italiana adulta è affetta da ipertensione arteriosa, con percentuali ampiamente superiori nelle fasce più avanzate di età e quasi il 10% tra bambini ed adolescenti che risultano già ipertesi.

Sebbene nella maggior parte dei casi l’ipertensione arteriosa risulti controllata dalla terapia, circa il 35% degli italiani ipertesi presenta – malgrado la terapia – valori pressori superiori a 140/90 mmHg. Almeno il 30% degli italiani, inoltre, sono ipertesi, ma ignorano del tutto di esserlo.

Il rettore dell’Università di Bari, Antonio Uricchio, "esprime pieno sostegno all’iniziativa. Del resto, sostiene il rettore, il compito dell’istituzione universitaria è  di essere vicino ai bisogni del territorio e poiché la patologia dell’ipertensione è largamente diffusa nella popolazione l’ateneo barese non può esimersi da sponsorizzare, con convinzione, queste iniziative professionali e scientifiche avvalendosi dei suoi docenti come il prof. Pietro Nazzaro”.

Per il Presidente della Scuola di Medicina, Loreto Gesualdo, “la Giornata Mondiale contro l’ipertensione è un’occasione unica per richiamare l’attenzione della comunità sull’importanza della prevenzione. Oltre  uno stile di vita sano e una corretta alimentazione, nello specifico, è fondamentale la selezione di bevande e cibo a basso contenuto di sodio, il cui apporto in eccesso favorisce lo sviluppo precoce della malattia ipertensiva. Risulta dunque particolarmente importante, in fase di acquisto, prestare molta attenzione alle etichette degli ingredienti al fine di scovare ed evitare il "sale nascosto".

Il prof. Pietro Nazzaro, Responsabile del Centro di Riferimento regionale per l'ipertensione arteriosa per la Regione Puglia, richiama  l’attenzione sul fatto che "l'ipertensione arteriosa è la prima causa sottesa alla malattia cerebro-cardio-vascolare, la prima causa di mortalità e morbilità della popolazione adulta. Colpisce circa il 30% della popolazione e  purtroppo, essendo cambiate le abitudini sociali ed alimentari,  registriamo una più precoce insorgenza, grazie anche ad una più vasta  sensibilità dei medici e della popolazione di assistiti. Sempre più  frequentemente i giovani adulti si rivelano ipertesi. D'altro canto, sempre più comunemente si riconoscono forme di  ipertensione arteriosa più resistenti alla terapia medica. In questi  pazienti occorrono sino a tre-quattro principi farmacologici e tale  condizione necessita di un approccio davvero approfondito, tale da  poter riconoscere i fattori sottesi a tale resistenza, malattie nelle  quali l'ipertensione arteriosa rappresenta solo un sintomo (ipertensioni secondarie), condizioni favorenti l'ipertensione quali,  per esempio, le apnee notturne, la dieta ricca di sale, le interazioni  farmacologiche negative e tante altre. In questo caso è necessario rivolgersi ad un centro specialistico. Ma oggi è la Giornata Mondiale contro l'Ipertensione Arteriosa ed il  messaggio è quello che il cittadino pugliese deve conoscere il suo stato ipertensivo e rivolgersi, innanzitutto, al suo medico di  famiglia per cominciare ad affrontare il percorso diagnostico e terapeutico. Affrontando il prima possibile il problema si ridurrà il rischio dell'insorgenza delle gravi complicanze  cerebro-cardio-vascolari. Il centro specialistico sarà sempre accanto al medico di famiglia, fornendogli la necessaria e costante consulenza, e a farsi carico  delle necessità del paziente”.

Pubblicato il: 16/05/2019 
archiviato sotto:

rettorato

Ufficio Stampa 

Palazzo Ateneo
Piazza Umberto I, n.1 - Bari
Piano: primo
Ingresso: via Nicolai
Telefono: +39 080 571 4010 - 4939
E-mail: ufficiostampa@rettorato.uniba.it

Comitato di redazione

Giornalisti 

Vittorio BISCEGLIE - Capo Ufficio Stampa
Irene ALBAMONTE - Addetto stampa
Anna Lucia LECCESE 

next  Agenzie di stampa

next  Comunicati stampa 

next  Conferenze stampa

next  Rassegne monotematiche

next  Rassegna stampa




Prossimi eventi
Festival dello Sviluppo Sostenibile 2019 20/05/2019 - 06/06/2019 — Bari
Settimana della biodiversità pugliese 20/05/2019 - 24/05/2019 — Aula Magna, Dip. di Scienze del Suolo della Pianta e degli Alimenti, Via Giovanni Amendola 165 A, Bari
L'Università incontra la città. Dialoghi sul presente e sul futuro 20/05/2019 17:30 - 19:00 — Bari
Per non dimenticare 21/05/2019 10:30 - 13:30 — Dipartimento Jonico in Sistemi giuridici ed economici del Mediterraneo: società, ambiente, culture
La Scuola dello Sviluppo Sostenibile: metodologie didattiche ed organizzative 21/05/2019 11:15 - 13:15 — I.I.S.S. "E. Di Savoia, P. Calamandrei" (Via Caldarola, Bari)
Prossimi eventi…