Tu sei qui:Home / Corsi di studio / Corsi 2009-2010 / Beni Enogastronomici (Inter-Classe, Facoltà di Agraria-Lettere e Filosofia)

ATTENZIONE!

Tutte le informazioni riguardanti la didattica, a partire dall'anno accademico 2017-2018, verranno pubblicate sui siti dei Dipartimenti DiSSPA e DiSAAT, secondo l'afferenza dei singoli corsi di studio:

DiSSPA per i corsi: CL STAL, CLM BQSA, CLM MdP e CLM STAL

DiSAAT per i corsi: CL STA, CL TUGEST, CLM GESVIS 

Corso in Beni Enogastronomici (Inter-Classe, Facoltà di Agraria-Lettere e Filosofia)

c/o Facolta' di Agraria

TipologiaClasse di laureaDurataA.A.
I livello L-26:L1 32009

Obiettivi formativi

Gli obiettivi formativi specifici del Corso di Laurea sono i seguenti:
Il Corso di Studio in “Beni Enogastronomici” fornisce conoscenze, scientifiche ed umanistiche, e forma capacità professionali e manageriali nel settore della ristorazione di qualità, della grande distribuzione, della ristorazione collettiva, dei prodotti tipici e tradizionali, dell’agriturismo, del turismo culturale, dell’architettura rurale e della viabilità storica, che, rendendo protagonista il territorio nazionale e regionale, garantiscano la valorizzazione dell’Enogastronomia e dei Beni culturali. Il profilo occupazionale del laureato in Beni Enogastronomici è molto ampio. Il Corso di Studio si connota per la sua specifica vocazione alla valorizzazione delle risorse naturali e culturali ed alla formazione di personale altamente qualificato che sia in grado di operare, con professionalità gestionale specifica, nelle attività che investono il territorio in termini di conoscenza, valorizzazione e fruizione del patrimonio enogastronomico, oltre a rafforzare la produzione, la fruizione e la valorizzazione dei beni agro-alimentari, collegandoli alle tradizioni enogastronomiche del territorio, e a fornire specifiche competenze tecniche e culturali nel settore del turismo d’élite, in relazione all’alto profilo proposto e ritenuto necessario per far compiere il dovuto salto di qualità a servizi sempre più richiesti dai consumatori. Il curriculum studiorum del laureato, caratterizzato non solo da formazione umanistico-scientifica, ma anche da attività di pratiche esperienze nazionali ed internazionali, senza delle quali il mondo dei beni enogastronomici non potrebbe aspirare a raggiungere il livello della qualità totale, potrà contribuire a consolidare la professionalità degli operatori del settore. La sua attività professionale si svolge in tutte le aziende collegate alla produzione, trasformazione, conservazione e distribuzione dei prodotti alimentari;
potrà inoltre collaborare alle attività connesse con la valorizzazione delle tipicità enogastronomiche di aree con particolare vocazione e con le attività connesse con la comunicazione ed il turismo enogastronomico; potrà essere impiegato negli Enti Pubblici e Privati che conducono attività di tutela e valorizzazione delle produzioni alimentari tipiche e tradizionali; potrà, inoltre, consolidare le attività di relazione e di collaborazione tra mondo della scuola, della produzione, del lavoro delle professioni, degli Enti locali territoriali e delle Università, in vista di una nuova e più compiuta utilizzazione di quel patrimonio umanistico, storico-scientifico e culturale che può arantire, insieme alla padronanza della cultura specifica agro-alimentare del territorio, maggiore e migliore occupazionalità dei giovani.

Conoscenze richieste per l'accesso

Il Corso in Beni Enogastronomici è istituito senza limitazioni di accesso che non siano quelle stabilite dalla legge.
Per essere ammessi al Corso di Studio occorre essere in possesso di un diploma del secondo ciclo della scuola secondaria o di altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto equipollente. Le Facoltà predisporranno appositi test di valutazione, da tenersi entro la seconda decade di settembre, per consentire la verifica della preparazione in informatica, in lingua inglese, in discipline di base (italiano, storia, matematica, fisica, chimica, biologia). Per migliorare la preparazione di base, agli studenti sarà offerta la possibilità di frequentare corsi specifici (pre-corsi) per quelle discipline.
Lo svolgimento dei test è obbligatorio, ma non limita l’accesso al Corso di Studio.

Sbocchi professionali

Gli sbocchi professionali sono i seguenti:
Tecnici dell’amministrazione e dell’organizzazione (codice ISTAT 3.3.1 delle professioni, 2001);
Professioni tecniche delle attività turistiche, ricettive ed assimilate (codice ISTAT 3.4.1);
Professioni qualificate nelle attività commerciali (codice ISTAT 5.1);
Professioni qualificate nelle attività turistiche ed alberghiere (codice ISTAT 5.2);
Professioni qualificate nei servizi sociali e culturali (codice ISTAT 5.5).
Inoltre, il laureato in Beni enogastronomici potrà svolgere attività di manager della filiera enogastronomica e di guida nelle scelte alimentari.

Prova finale

La laurea in Beni Enogastronomici si consegue con il superamento di una prova finale, consistente nella discussione di un elaborato scritto, redatto dallo studente sotto la guida di un docente Relatore, davanti ad una commissione di docenti delle Facoltà di Agraria e Lettere e Filosofia, come da apposito Regolamento, che disciplinerà anche le modalità di accesso e di svolgimento della prova finale.
L’elaborato è attinente alle attività svolte dallo studente durante il tirocinio; attività che possono riguardare i seguenti punti, eventualmente tra loro integrati:
- attività sperimentali di laboratorio inerenti l’acquisizione di abilità tecniche e/o la validazione di metodi e procedure;
- attività riguardanti le metodologie e tecniche di comunicazione e la conoscenza delle tradizioni gastronomiche;
- attività inerenti l’alimentazione e l’enogastronomia nell’arte e la sociologia del turismo culturale;
- monitoraggio di un processo o di un’attività produttiva attraverso la rilevazione di dati e la loro elaborazione;
- indagini di approfondimento bibliografico e documentale inerenti uno specifico argomento.
La valutazione è espressa in centodecimi con possibilità di lode. L’esame finale per il conseguimento del titolo è superato ottenendo un voto pari o superiore a 66/110.

Note

Lo studente, all’atto dell’immatricolazione, deve indicare la Classe di Laurea nella quale intende conseguire il titolo di studio. Tale scelta può essere modificata fino all'atto dell'iscrizione al 3° anno di corso.

Piano di studi

PDF document icon manif-benogas-10-11.pdf — Documento PDF, 72 KB (74354 bytes)
Per informazioni

Sito web di riferimento:http://www.uniba.it/ateneo/facolta/agraria/offerta/offerta-formativa/offerta-formativa270/offerta-formativa270-clenogas
Pubblicato il: 08/09/2009  Ultima modifica: 02/04/2013