Tu sei qui:HomeCorsi di studioCorsi 2011-2012Tutela e Gestione del Territorio e del Paesaggio Agro-Forestale (Di.S.A.A.T.)

ATTENZIONE!

Tutte le informazioni riguardanti la didattica, a partire dall'anno accademico 2017-2018, verranno pubblicate sui siti dei Dipartimenti DiSSPA e DiSAAT, secondo l'afferenza dei singoli corsi di studio:

DiSSPA per i corsi: CL STAL, CLM BQSA, CLM MdP e CLM STAL

DiSAAT per i corsi: CL STA, CL TUGEST, CLM GESVIS 

Corso in Tutela e Gestione del Territorio e del Paesaggio Agro-Forestale (Di.S.A.A.T.)

c/o Facolta' di Agraria

TipologiaClasse di laureaDurataA.A.
I livello L-25 32011
Questo è un corso a numero programmato. Posti disponibili: 82

Obiettivi formativi

Il Corso di Studio in Tutela e Gestione del territorio e del paesaggio agro-forestale vuole fornire una preparazione interdisciplinare, che consenta di affrontare, anche in collaborazione con altre figure professionali, i problemi emergenti nei settori della tutela, della pianificazione e della valorizzazione del territorio agro-forestale e del paesaggio mediterraneo. Il corso fornisce competenze nella gestione degli interventi agro-forestali, nella descrizione, rappresentazione e tutela del paesaggio e delle aree protette, nell'utilizzo efficiente e sostenibile delle risorse naturali. Tali competenze possono essere utilizzate presso enti territoriali, pubblici o privati, nazionali ed internazionali, in imprese che operano nel settore della gestione delle risorse agro-forestali e nella libera professione. Per quanto concerne gli obiettivi specifici, il Corso di Studio si propone di fornire l'acquisizione di conoscenze, capacità e abilità per l'inserimento nel mondo del lavoro o per il proseguimento nella formazione ai livelli superiori. Nello specifico, le attività didattiche sono mirate alla formazione di un laureato che, in modo efficiente ed efficace: svolga attività di monitoraggio del territorio, attraverso le moderne tecniche di rilevazione, rappresentazione ed analisi dei dati territoriali; svolga attività di difesa e di recupero del territorio agrario e forestale, dei parchi e delle aree protette; valorizzi le risorse forestali nell'ottica della tutela, della multifunzionalità e della gestione ecologica del paesaggio; progetti interventi di conservazione del territorio rurale e delle relative costruzioni e infrastrutture; progetti interventi di controllo del dissesto idrogeologico e della degradazione del suolo, con particolare riferimento a quelli a basso impatto ambientale, e collabori alla gestione sostenibile delle risorse idriche; valuti le risorse agro-forestali, i beni fondiari, i mezzi tecnici, gli impianti e i prodotti; partecipi alla realizzazione di interventi di conservazione e valorizzazione della biodiversità vegetale ed animale; gestisca l'attività zootecnica e faunistica nell'ambito di aree ad alta valenza ambientale; gestisca l'organizzazione e la sicurezza del lavoro in ambito agro-forestale; pianifichi la meccanizzazione delle diverse operazioni con particolare riguardo a quelle attinenti la difesa del territorio e del paesaggio forestale; collabori nelle procedure di valutazione di incidenza e di impatto ambientale.

Conoscenze richieste per l'accesso

L'ammissione al Corso di Studio richiede il possesso di un diploma del secondo ciclo della scuola secondaria o di altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto idoneo e una adeguata preparazione di base. Le conoscenze di base richieste per l'accesso sono Biologia, Chimica, Fisica e Matematica sulla base dei programmi della Scuola Media Superiore. La preparazione è verificata mediante lo svolgimento di una prova per l'accesso programmato e l'ammissione al Corso è subordinata al superamento della suddetta prova (verifica positiva). Le modalità di svolgimento della prova di ammissione ed il numero di studenti iscrivibili, sono definite annualmente e rese note mediante pubblicazione di apposito bando di concorso emanato dall'Università degli Studi di Bari Aldo Moro che riporta anche l’indicazione degli obblighi formativi aggiuntivi previsti in caso di ammissione con votazione inferiore al minimo prefissato. L’eventuale obbligo formativo aggiuntivo dovrà essere assolto entro il primo anno di corso.
Il numero di studenti iscrivibili è comprensivo dei contingenti riservati ai cittadini non comunitari residenti all'estero e ai cittadini cinesi (Programma Marco Polo.

Sbocchi professionali

Il laureato è un professionista in grado di rispondere alle esigenze sia degli enti pubblici, che a quelle del mondo delle imprese e della libera professione. Possiede conoscenze e competenze operative in uno o più dei settori indicati:

- l'agrario, con particolare riferimento ai problemi del territorio
agrario, compresi gli aspetti catastali, topografici e cartografici, alla stima dei beni fondiari, dei mezzi tecnici, degli impianti e dei prodotti di interesse agrario e forestale, alla gestione sostenibile delle risorse agrarie, alla progettazione semplice ed alla gestione di strutture e impianti in campo agrario;
- il forestale, con particolare riferimento alla protezione e alla gestione sostenibile delle risorse dell'ambiente e territorio forestale, compresi gli aspetti catastali, topografici e cartografici, alla gestione di progetti e di lavori, alla produzione, raccolta, lavorazione e commercializzazione di prodotti e derivati; alla stima dei suprasuoli forestali. Possiede le conoscenze di base per la semplice progettazione di sistemi agricoli, forestali e ambientali; è in grado di svolgere assistenza tecnica nei settori agrario e
forestale; è capace di valutare l'impatto in termini di ambiente e di sicurezza di piani ed opere propri del settore agrario e forestale; conosce i principi e gli ambiti delle attività professionali e le relative normativa e deontologia; conosce i contesti aziendali ed i relativi aspetti economici, gestionali ed organizzativi propri dei settori agrario e
forestale; possiede gli strumenti cognitivi di base per l'aggiornamento continuo delle proprie conoscenze; è in grado di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua di norma l'inglese, dell'Unione Europea, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali; possiede adeguate competenze e strumenti per la gestione e la comunicazione dell'informazione; è capace di lavorare in gruppo e di operare con definiti gradi di autonomia
Il laureato può sostenere l'esame di stato per l'abilitazione al ruolo di dott. Agronomo e Forestale sez. B - junior.
Le professioni comprese in questa categoria assistono gli specialisti, ovvero eseguono procedure e tecniche proprie nella progettazione di sistemi agricoli; nel miglioramento delle colture e delle relative condizioni di crescita e di difesa; nella conservazione della biodiversità colturale; nella progettazione di sistemi forestali; nella gestione, miglioramento e protezione delle risorse ambientali e naturali, nella loro messa a produzione; nel mantenimento e tutela della biodiversità floro-faunistica.
L’esercizio delle professioni di Agronomo junior, Forestale junior è regolamentato dalle leggi dello Stato.
I laureati della classe svolgeranno attività professionali in diversi ambiti:
a) agrario, con particolare riferimento alla progettazione semplice e all'applicazione di semplici tecnologie per il controllo delle produzioni vegetali ed animali nei loro aspetti quantitativi, qualitativi ed ambientali, alla valutazione e stima di beni fondiari, impianti,
mezzi tecnici e prodotti del settore agrario, ai problemi del territorio agrario, con particolare riferimento alla protezione e gestione economica ed ecologica sostenibile delle
risorse dell’ambiente rurale;
b) forestale, con particolare riferimento all'analisi e rilievi per l'ausilio al monitoraggio degli ecosistemi forestali, alla conservazione e gestione
sostenibile delle risorse dell'ambiente forestale, alla gestione di lavori per la protezione del suolo e di ingegneria forestale, alla produzione, raccolta,
lavorazione industriale e commercializzazione di prodotti legnosi per impieghi strutturali ed energetici.
Il laureato può svolgere le seguenti attività:
libero professionista, in forma singola o associata; dipendente di Enti pubblici (Ministeri, Regioni, Province, Comuni, Autorità di bacino, Consorzi di bonifica, Enti Parco Nazionali e Regionali); in imprese e associazioni di categoria, con competenze in ambito agro-forestale; in società di servizi e laboratori operanti nella valorizzazione e tutela dell'ambiente e del territorio, nel monitoraggio e recupero ambientale; in imprese operanti nella riqualificazione ambientale, nella realizzazione e manutenzione di aree verdi, nella realizzazione di interventi di forestazione e difesa del suolo, nel settore energetico, nel settore vivaistico.

Prova finale

La laurea in Tutela e Gestione del territorio e del paesaggio agro-forestale si consegue con il superamento di una prova finale, consistente nella discussione di un elaborato scritto, redatto dallo studente sotto la guida di un docente Relatore, davanti ad una commissione di docenti. L'elaborato è attinente alle attività svolte dallo studente durante il tirocinio; attività che possono riguardare i seguenti punti, eventualmente tra loro integrati: -attività sperimentali di laboratorio inerenti l'acquisizione di abilità tecniche e/o la validazione di metodi e procedure; -monitoraggio e valutazione del funzionamento dei sistemi biologici, dell'ambiente e della produttività dei sistemi agro-forestali, di processi di pianificazione e valutazione delle risorse e di opere, attraverso la rilevazione di dati e la loro elaborazione; -indagini di approfondimento bibliografico e documentale inerenti uno specifico argomento.
Le modalità di accesso e di svolgimento della prova finale sono disciplinate da apposito Regolamento di consultabile sul sito web del Corso di Studio.
La valutazione è espressa in centodecimi con possibilità di lode. L’esame finale per il conseguimento del titolo è superato ottenendo un voto pari o superiore a 66/110.

Piano di studi

manifesto_cltugest1617.pdf — PDF document, 82 kB (84383 bytes)
Per informazioni

Sito web di riferimento:http://www.uniba.it/ateneo/facolta/agraria/offerta/corsi-di-studio/cl-tutela-e-gestione-del-territorio-e-del-paesaggio-agro-forestale-2016-2017
Pubblicato il: 18/07/2011  Ultima modifica: 15/11/2016