Procedure

Visiting professor, visiting researcher e visiting fellow

Attribuzione del titolo di Visiting professor, visiting researcher e visiting fellow

La proposta di attribuzione del titolo di Visiting Fellow può essere formulata da uno o più docenti dell’Ateneo o da un Dipartimento, previa selezione di candidature o anche con riferimento a specifici progetti 

Il Consiglio di Dipartimento individua, su proposta di un suo docente e, con apposita delibera, gli studiosi/esperti cui attribuire il titolo di Visiting Professor o Visiting Researcher dell’Ateneo.

La delibera deve contenere:

  • l’indicazione dell’accordo/convenzione stipulato/a con l’Ateneo o con la struttura medesima, laddove esistente;
  • la denominazione dell’Istituzione internazionale a cui eventualmente appartiene lo studioso;
  • la descrizione della qualificazione scientifica dello studioso proposto;
  • la descrizione della specifica attività che lo studioso dovrà svolgere e il periodo di permanenza presso l’Ateneo, 
  • il nominativo del docente di riferimento, interno al dipartimento;
  • l’impegno della struttura, e/o di eventuali altre strutture che collaborano all’iniziativa, a farsi carico per intero o in parte dell’eventuale rimborso delle spese di viaggio, vitto e alloggio e dell’eventuale compenso, comprensivo delle ritenute e dei contributi a carico dell’ente e del percettore.

Il titolo viene attribuito dal Direttore della struttura proponente, o dal Direttore della struttura dipartimentale individuata dai docenti proponenti, con proprio provvedimento e comunicato al Dipartimento risorse umane, organizzazione e rapporti con il Servizio sanitario nazionale e regionale, al Direttore Generale e al Rettore, ai soli fini dell’inserimento nell’anagrafe dei Visiting. Lo status relativo è riconosciuto per tutta la durata dell’attività da svolgere nell’Ateneo. 

Svolgimento attività didattica

L’attività didattica sarà svolta nell’ambito di insegnamenti presenti nella offerta formativa di ateneo o nell’ambito delle attività didattiche del dottorato di ricerca ovvero in entrambe le tipologie.

Qualora l’attività didattica venga svolta esclusivamente nell’ambito di un insegnamento presente nella offerta formativa di ateneo, la sua durata sarà pari ad almeno 30 ore;

Qualora l’attività didattica venga svolta esclusivamente nell’ambito di un dottorato di ricerca di ateneo, la sua durata sarà pari ad almeno 15 ore.

L’attività di ricerca sarà svolta nell’ambito di linee e progetti comuni tra il Dipartimento ospitante ed il Visiting.

La permanenza dello studioso presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro deve avere una durata pari ad almeno 30 giorni consecutivi.

L’ateneo incentiva soggiorni di più lunga durata, pari ad almeno 3 mesi, anche non consecutivi, nell’anno, riservando a questa tipologia di soggiorno una significativa quota del finanziamento di Ateneo da destinare all’iniziativa. 



Azioni sul documento
Pubblicato il: 21/05/2015  Ultima modifica: 19/06/2015
Prossimi eventi
E_state UniBA 2017 21/06/2017 - 19/07/2017 — Palazzo Ateneo (Piazza Umberto I, n. 1 - Bari
International Symposium of University professors 22/06/2017 - 24/06/2017 — Villa Mondragone - University of Rome Tor Vergata Monte Porzio Catone (RM)
Etic 2017 26/06/2017 15:00 - 18:30 — Palazzo Ateneo - Salone degli Affreschi - Piazza Umberto I - Bari
"Taranto Città a me cara..." Moro e Taranto: dagli anni della giovinezza alle visite istituzionali 27/06/2017 - 16/07/2017 — Galleria Alberto Sordi - Roma
Prossimi eventi…