Tu sei qui:HomeCorsi di studioCorsi 2009-2010Scienze e Tecnologie Alimentari

Corso in Scienze e Tecnologie Alimentari

c/o Facolta' di Agraria

TipologiaClasse di laureaDurataA.A.
I livello L-26 32009

Obiettivi formativi

Il Corso di Studio in Scienze e Tecnologie Alimentari fornisce conoscenze e forma capacità professionali che garantiscano una visione completa delle attività e delle problematiche degli alimenti e bevande dalla loro produzione al consumo. Il Corso di Studio non prevede un'articolazione in curricula od orientamenti, legati a specifici ambiti produttivi, ed il profilo occupazionale del laureato in Scienze e Tecnologie Alimentari è, conseguentemente, molto ampio. Il Corso di Studio si connota per la sua specifica vocazione alla tutela della qualità degli alimenti ed alla formazione di personale altamente qualificato che svolga compiti tecnici nella gestione e controllo delle attività di trasformazione, conservazione, distribuzione e commercializzazione di alimenti e bevande, nonché sia capace di intervenire con misure atte a garantire la sicurezza, qualità e salubrità degli alimenti, a ridurre gli sprechi e l’impatto ambientale, a conciliare economia ed etica nella trasformazione, conservazione e commercializzazione degli alimenti. Obiettivo generale delle sue funzioni professionali, anche a supporto ed integrazione di altre, è il miglioramento costante dei prodotti alimentari in senso qualitativo ed economico, garantendo la sostenibilità e la eco-compatibilità delle attività industriali e recependo le innovazioni nelle attività specifiche. La sua attività professionale si svolge principalmente nelle Industrie Alimentari ed in tutte le aziende collegate alla trasformazione, conservazione e commercializzazione dei prodotti alimentari, nelle aziende della Grande Distribuzione Organizzata e Ristorazione, negli Enti Pubblici e Privati che conducono attività di analisi, controllo, certificazione ed indagini scientifiche per la tutela e valorizzazione delle produzioni alimentari, ivi incluse quelle tipiche e tradizionali. Potrà collaborare alle attività connesse con la valorizzazione industriale delle risorse alimentari di aree con particolare vocazione e con le attività connesse con la comunicazione ed il turismo eno-gastronomico; allo studio, progettazione e gestione dei programmi di sviluppo dei prodotti alimentari, anche in collaborazione con agenzie internazionali e dell’Unione Europea. Il laureato esprime la sua professionalità anche in aziende collegate alla produzione di alimenti, che forniscono materiali, impianti, coadiuvanti ed ingredienti.

Conoscenze richieste per l'accesso

Il Corso in Scienze e Tecnologie Alimentari è istituito senza limitazioni di accesso che non siano quelle stabilite dalla legge. Per essere ammessi al Corso di Studio occorre essere in possesso di un diploma del secondo ciclo della scuola secondaria o di altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto equipollente. La Facoltà predispone appositi test di valutazione, da tenersi entro la seconda decade di settembre, per consentire la verifica della preparazione di base. Per migliorare tale preparazione di base, la Facoltà organizza appositi corsi (pre-corsi) per le discipline di base (Biologia, Chimica, Fisica e Matematica).
Lo svolgimento dei test di valutazione è obbligatorio, ma non limita l’accesso al Corso di Studio.

Sbocchi professionali

Gli sbocchi professionali più pertinenti sono quelli indicati come professioni tecniche nelle scienze della salute e della vita (codice ISTAT 3.2 delle Classificazioni delle Professioni, 2001) ed in particolare quelli indicati alla classe 3.2.2.3, specifica dei Tecnici biochimici ed assimilati. Il Corso di Studio prepara alle professioni di: merceologo alimentare, tecnico alimentare e bioalimentare, tecnico dell'alimentazione (nell'industria).

Prova finale

La laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari si consegue con il superamento di una prova finale, consistente nella discussione di un elaborato scritto, redatto dallo studente sotto la guida di un docente Relatore, davanti ad una commissione di docenti. L’elaborato è attinente alle attività svolte dallo studente durante il tirocinio; attività che possono riguardare i seguenti punti, eventualmente tra loro integrati:
- attività sperimentali di laboratorio inerenti l’acquisizione di abilità tecniche e/o la validazione di metodi e procedure;
- monitoraggio di un processo o di un’attività produttiva attraverso la rilevazione di dati e la loro elaborazione;
- indagini di approfondimento bibliografico e documentale inerenti uno specifico argomento.
Le modalità di accesso e di svolgimento della prova finale sono disciplinate da apposito Regolamento di Facoltà. La valutazione è espressa in centodecimi con possibilità di lode.
L’esame finale per il conseguimento del titolo è superato ottenendo un voto pari o superiore a 66/110.

Piano di studi

manif_1stal270_1011.pdf — PDF document, 102 kB (105466 bytes)
Per informazioni

Sito web di riferimento:http://www.uniba.it/ateneo/facolta/agraria/offerta/offerta-formativa/offerta-formativa270/offerta-formativa270-clstal
Azioni sul documento